Calcio Napoli » Interviste & anteprime @NCLiveCom » @NCLiveCOM, Napoli-Cagliari, Orru: “Ormai non è una novità preparare partite senza grandi motivazioni”

@NCLiveCOM, Napoli-Cagliari, Orru: “Ormai non è una novità preparare partite senza grandi motivazioni”

Il corrispondente

NCLIVE – Le nostre interviste

Questo pomeriggio alle ore 18 scenderanno in campo Napoli e Cagliari. Sarà una partita molto importante soprattutto per la squadra partenopea che si sta giocando con la Roma il passaggio diretto alla prossima Champions League evitando di passare per i preliminari. Gli uomini di Sarri arrivano a questo incontro dopo aver vinto per 1 a 0 il match contro l’Inter. Anche i ragazzi di Rastelli arrivano a questo incontro dopo la vittoria casalinga per 1-0 sul Pescara ormai retrocesso. La redazione di NapoliCalcioLive.com ha chiesto un parere sulla partita a Marco Orru, collega e  redattore di Sardegnalive.net.

Il Cagliari giocherà contro il Napoli con la consapevolezza della salvezza già acquisita con quale mentalità affronterà la squadra partenopea?

”Il Cagliari ha vissuto un campionato libero da tensioni dettate dagli obiettivi, visto che non è mai stato praticamente in lotta per la salvezza. La matematica è arrivata domenica contro il Pescara, ma si era già salvi da tempo. Dunque, ormai non è una novità preparare partite senza grandi motivazioni che saranno comunque forti, visto che si affronta una delle squadre migliori di tutto il campionato, in uno stadio prestigioso e contro uno dei club che per il Cagliari (soprattutto per i tifosi), rappresenta una rivalità accesa”.

Il Napoli ha uno dei migliori reparti offensivi del campionato. Con che tipo di modulo Mister Rastelli potrà bloccare il tridente di Sarri?

“Penso che per una trasferta del genere si possa anche ripristinare il 4-4-1-1 che nel girone di ritorno ha spesso usato l’allenatore, soprattutto in trasferte difficili. Un centrocampo folto per dare manforte alla difesa, oltre a supportare l’attacco, che agirà giocoforza in contropiede”.

Joao Pedro e Borriello sono i due migliori giocatori del Cagliari pensa che potranno mettere in difficoltà la squadra partenopea?

“Sulla carta sì, ma c’è bisogno che siano supportati dal centrocampo, come dicevo prima. Se verranno lasciati soli contro la difesa del Napoli avranno poche chance. Sarà certamente un compito difficile il loro, ma hanno dimostrato una buona intesa recentemente e dunque faranno di tutto per mettere in difficoltà gli avversari”

Nella partita di andata il risultato fu 5 a 0 per la squadra di Sarri. Visto il modo di giocare del Napoli teme lo stesso risultato dell’ultimo match tra le due squadre?

“Non siamo più quelli dell’andata, anche se contro l’Inter in casa per esempio è arrivata una goleada anche nel girone di ritorno. E’ ovvio che al San Paolo sarà un’impresa per il Cagliari, anche solo uscire con un passivo ridotto. Ma penso che, tra le motivazioni di cui parlavamo prima, ci sia anche il riscatto per la sconfitta dell’andata. Quindi non credo finirà nuovamente così, a patto che il Cagliari non si sciolga alla prima difficoltà e al primo eventuale gol, come avvenuto lo scorso dicembre e come nel girone di ritorno non è praticamente quasi mai avvenuto, Inter a parte”.

Con quale modulo scenderà in campo Rastelli questo pomeriggio?

“4-4-1-1: Rafael; Isla, Pisacane, B.Alves, Murru; Ionita, Barella, Tachtsidis, Sau (Padoin); Joao Pedro; Borriello”.

A cura di Danilo Conforti