Calcio Napoli » calciomercato Napoli » Prandelli confessa: “De Laurentiis mi offrì un contratto molto ricco”

Prandelli confessa: “De Laurentiis mi offrì un contratto molto ricco”

De Laurentiis ©Getty

Aurelio De Laurentiis © Getty Images

Il Napoli si accinge a concludere la propria stagione di Serie A: due sfide contro Fiorentina e Sampdoria per sperare nel secondo posto. A parlare proprio di Napoli-Fiorentina, ci ha pensato l’ex tecnico viola Cesare Prandelli, che nel corso di Si Gonfia la Rete  ha dichiarato: “Si affrontano due squadre molto valide dal punto di vista tecnico. Entrambe hanno un proprio modo di giocare e di solito in questi casi vengono fuori belle partite. La Fiorentina deve dare qualcosa in più e molti giocatori stanno giocando anche per il loro allenatore. Per il Napoli non sarà una partita facile”. Prandelli ha quindi speso due parole anche sul campionato in corso e su Maurizio Sarri: “E’ un campionato molto interessante anche sotto il punto di vista del gioco. Tante squadre hanno avuto il coraggio di avere una mentalità più positiva ed a beneficiarne sono stati i tifosi. Maurizio Sarri è lo scandalo del calcio italiano, uno come lui non può arrivare in Serie A a 50 anni, nella sua carriera ha sempre proposto calcio. Quest’anno ha trovato componenti straordinari. Come si può migliorare il Napoli? Credo che sia molto difficile per la società farlo. Il miglioramento potrebbe essere dettato all’esperienza dei vari Milik, Zielinski e gli altri. Sarà molto affascinante però battere i numeri di questa stagione. Insigne già ai tempi dell’under 21 ha mostrato le sue qualità, il miglioramento, anche per lui, sarà l’esperienza oltre alla motivazione di diventar ancora più bravo, di diventare il simbolo della squadra”.

Napoli, Prandelli fu vicino

Infine l’ex ct della nazionale ha parlato delle avances del patron De Laurentiis di qualche anno fa che avrebbero potuto scuotere il calciomercato Napoli: “Tempo fa riuscì a farmi fare una parte in un suo film. Da punto di vista calcistico ci fu qualche telefonata, ma io gli ho sempre ribadito di avere un impegno con la Nazionale. Mi offriva un contratto molto più ricco”.