Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Cronaca GLI AVVERSARI – L’Atalanta di Colantuono, tanta qualità per la regina delle...

GLI AVVERSARI – L’Atalanta di Colantuono, tanta qualità per la regina delle provinciali

 

CLICCA QUI PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUL TUO NAPOLI!

 

di Mario D’Amiano

 

L’Atalanta Bergamasca Calcio è una delle squadre ‘più anziane’ della nostra serie A. E’ considerata ‘Regina delle Provinciali’ per il numero di partecipazioni alla massima serie (ben 54) e per la presenza una tifoseria molto calda. Nella sua bacheca vanta la vittoria di ben 6 campionati di serie cadetta, 1 campionato di serie C, 1 coppa Italia e 1 Prima Divisione (da non confondere con l’attuale Prima Pivisione di lega Pro). Con l’arrivo del nuovo presidente Antonio Percassi, la squadra è riuscita a risalire sin da subito nella massima serie vincendo il campionato cadetto nel 2010/2011. L’anno scorso, nonostante partì con una penalità di 6 punti, riuscì a salvarsi con grande tranquillità esprimendo un bel gioco grazie anche alla bravura di mister Colantuono. Quest’ anno la squadra è partita con 2 punti di penalizzazione, ma il gioco è sempre lo stesso. Il direttore tecnico Pierpaolo Marino, durante il mercato estivo, è riuscito a portare alla corte della Dea tanti ottimi calciatori. Primo su tutti Giuseppe De Luca, giovane talento l’anno scorso al Varese. Un altro acquisto importante, nonostante non stia trovando spazio, è Facundo Parra, attaccante proveniente dall’Independiente. In rosa ci sono però tanti altri ottimi calciatori, tra i quali El Tanque Denis, Schelotto e Cigarini. Attualmente, l’Atalanta è riuscita a conquistare 3 vittorie e 2 pareggi nelle prime 9 partite di campionato, portandosi al 15° posto in classifica.

COME GIOCA – Mister Colantuono predilige un solo modulo: il 4-4-2. Con questo schema di gioco è riuscito sempre ad avere successi, sia a Palermo che ora a Bergamo. Il suo 4-4-2 ricorda molto quello di Giampiero Ventura, anche se ha alcune differenze sostanziali. Colantuono vuole sempre una prima punta, come Denis, intorno alla quale si muova una seconda punta molto più agile,  veloce e capace di inserirsi negli spazi. Molto spesso, questo ruolo lo svolge il giovane De Luca, una delle sorprese di questo inizio di campionato. Maxi Moralez, talvolta, è spostato a centrocampo nel ruolo di mezz’ala sinistra. Sulla destra, invece, agisce quasi sempre Schelotto. L’Atalanta possiede un centrocampo di grande qualità, con Cigarini sempre pronto a verticalizzare e a cercare i tagli degli esterni o di qualche attaccante. In difesa, il nome più conosciuto è quello di Peluso, terzino sinistro (all’occorrenza centrale difensivo) già in orbita nazionale. Infine, bisognerà stare molto attenti sui calci piazzati dal limite dell’area, avendo l’Atalanta un gran battitore come Cigarini, già a segno in alcune partite di questo campionato.