Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Ferrero sul Napoli: “Spero vinca lo scudetto. Su Torreira quattro squadre”

Ferrero sul Napoli: “Spero vinca lo scudetto. Su Torreira quattro squadre”

Ferrero - Napoli
Ferrero © Getty Images

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha espresso il suo parere sulla corsa scudetto e ha parlato di Torreira.

Durante la trasmissione radiofonica ‘Si gonfia la rete’ ha parlato Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, che ha detto la sua sul discorso ‘corsa scudetto’ che vede protagonista il Napoli e ha parlato del pupillo della sua squadra: Torreira. Ma prima ha parlato del match di ieri sera, Real Madrid-Juventus, ecco le sue parole: “La Roma ha dimostrato che nel calcio tutto è possibile, non si parte mai sconfitti. Noi abbiamo battuto la Juve, dicevano che ci saremmo scansati ma abbiamo dato tutto. La Juventus ha fatto una grande partita ieri, complimenti ad Allegri”. Poi sull’episodio finale commenta con la sua solita esuberanza: “L’arbitro doveva farsi i ca**i suoi, non doveva fare il protagonista e rompere i cogl***i. Gli arbitri italiani sono l’eccellenza, non ci lamentiamo. Sarebbe stata fantastica una finale tutta italiana. Giuste le parole di Buffon a fine partita”.

Ferrero: “Scudetto al Napoli, Giampaolo no. Torreira…”

Il patron dei blucerchiati si è poi soffermato sulla lotta scudetto tra Napoli e Juventus e ha rivelato: “Scudetto? Ho sempre tifato Napoli, Sarri lo merita. I tre là davanti sono dei Napoleone. Ma non aiuteremo il Napoli, ci giocheremo tutte le partite allo stesso modo”. Poi su Giampaolo e Torreira, più volte accostati agli azzurri, ammette: “Il mister resta con me. Il centrocampista vuole andarsene, lo vogliono in quattro: vedremo se andrà al Napoli. Amo De Laurentiis“. Infine la stuzzicata ai bianconeri: “Spero di battere la Juve con gol di Torreira”.

Sembrerebbe bloccata dunque la pista Giampaolo come prossimo allenatore azzurro, in attesa che si trovi un accordo tra Adl e Sarri, mentre per Torreira ci sono ancora buone speranze. Ma il mercato è ancora lontano e la stagione non è ancora finita: ogni discorso è rimandato a giugno.