LE PAGELLE di Napoli-Cagliari: Pandev determinante, Mertens ispirato. Hamsik bravo ma sfortunato

0
27

Napoli-Galatasaray amichevole

di Vincenzo Matino

Reina 6 – Sempre puntuale nelle uscite, non rischia praticamente nulla. Lascia il campo dopo il primo tempo per lasciare la soddisfazione dell’esordio a Roberto Colombo. (dal 45’ Colombo 6 – Fossero tutte le partite così potrebbe giocare fino a 50 anni. Gli arriva un solo tiro in porta in 45’ sul quale si fa trovare pronto).

Mesto 6 – Nonostante sia la prima da titolare dal 2 novembre scorso, l’esterno azzurro mostra una tenuta fisica invidiabile e una concentrazione invidiabile. Spesso e volentieri aggredisce altissimo Ibarbo riducendone la pericolosità.

Fernandez 6,5 – Giganteggia contro Sau imponendo la supremazia fisica contro l’attaccante cagliaritano. Sulle palle alte vince tutti i duelli confermandosi in un momento di forma eccellente.

Britos 6 – A tratti molto ruvido, riesce comunque a limitare Ibarbo disputando un buon match.

Ghoulam 6,5 – Praticamente perfetto in copertura, lascia pochissimo spazio alla manovra avversaria sulla sua fascia di competenza. Arriva poche volte sul fondo ma solo perchè davanti c’è un certo Mertens che pretende il palcoscenico tutto per sè.

Inler 5.5 – Lo svizzero sbaglia qualche appoggio di troppo, ma riesce a fare un buono schermo davanti alla difesa andando a pressare alto i portatori di palla avversari.  (dal 63’ Zapata 6 – Svaria su tutto il fronte d’attacco riuscendo a non dare  punti di riferimento agli avversari).

Dzemaili 7 – Sonnecchia per I primi 30’, poi si sveglia e si fa vedere scaricando un destro terrificante verso la porta di Silvestri che si salva solo grazie al palo. Cresce con il passare dei minuti prendendo in mano le redini del gioco. Nella ripresa si concede anche il gol fulminando Avramov da due passi.

Callejon 6,5 – E’ suo l’assist per il 2-0 di Pandev. Lo spagnolo a fine gara chiude con il contachilometri scarico correndo come un demonio sulla fascia di competenza. Come al solito è uno dei punti imprescindibili per gli equilibri di squadra.

Hamsik 6,5 – E’ sempre nel vivo dell’azione. Lo slovacco trova sempre lo spazio per essere decisivo negli ultimi 20 metri. Prova in tutti i modi a segnare ma la stagione è sfortunata e si capisce definitivamente quando centra in pieno la traversa su calcio di rigore. Poco importa, lo stadio apprezza e lo incoraggia con una serie di cori.

Mertens 7 – Non è più una sorpresa il belga ormai. Trova il 9 gol in campionato su calcio di rigore ed è una costante spina nel fianco per la retroguardia cagliaritana.

Pandev 8 – Sostituire Higuain non è mai facile, ma il macedone è in stato di grazia e si conquista due rigori oltre a segnare la rete del 2-0. Mette lo zampino anche nel gol del  3-0 che chiude definitivamente la partita.  (dal 75’ Radosevic s.v.)

All. Benitez 7 – La squadra è tonica e concentrate. Il turn over gli da ragione: Dzemaili segna un gol ed è tra i migliori in campo, Mesto dimostra una tenuta fisica invidiabile contro un avversario di tutto rispetto come Ibarbo. Il tecnico spagnolo si può godere un Napoli senza ansie grazie al terzo posto matematicamente acquisito, che diverte in attacco e rischia praticamente nulla in difesa.