Home Interviste & anteprime @NCLiveCom @NcLiveCom, Durante: “Allan e Jorginho seguiti da Tite, ma non rientrano nel...

@NcLiveCom, Durante: “Allan e Jorginho seguiti da Tite, ma non rientrano nel progetto tecnico del Brasile”

Jorginho in azione col Napoli ©Getty Images
Jorginho ©Getty Images

Il gioco spettacolare del Napoli ha attirato l’attenzione anche del CT del Brasile, Tite, che avrebbe inserito nella lista dei possibili convocati i due centrocampisti azzurri Allan e Jorginho. Per conoscere meglio le strategie della Nazionale Verdeoro abbiamo contattato Sabatino Durante, agente FIFA e grande conoscitore di talenti brasiliani. L’esperto del calcio sudamericano ha espresso il suo pensiero per quanto riguarda la possibile convocazione dei due giocatori del Napoli con la Selecao: “Tite segue da tempo le vicende del calcio italiano. Il ct del Brasile ha anche origine mantovane, voleva fare anche degli stages in Italia. Conosce molto bene Sarri e Giampaolo per studiare la fase difensiva ed offensiva dei due allenatori. Se osservate bene c’è molta somiglianza tra la fase offensiva del Napoli e quella brasiliana. Poi, per tutto il rispetto di Insigne il Brasile ha un giocatore come Neymar. Però, se guardate bene il modo di muoversi è abbastanza simile. Tite ha sempre seguito Jorginho e Allan, ma sul fatto che possono essere convocati ho qualche dubbio. Per come è organizzata la squadra io credo che siano oggettive difficoltà: a centrocampo giocano con Casemiro, un centrocampista difensivo, Paulinho e Renato Augusto, capace di fare anche di fare passaggi filtranti per gli attaccanti. In questo tipo di centrocampo io non lo vedo: Jorginho è un regista e questa Nazionale Verdeoro non ha un vero “regista”. Per quanto riguarda Allan è la medesima situazione: l’ex Udinese è una mezzala e dovrebbe andare a prendere il posto di Paulinho, il cui sostituto naturale in questo momento è Fernandinho. Tite ha una rosa già abbastanza chiusa con basi abbastanza solide. La mia stima, poi, per Jorginho è molto antica: conosco il giocatore del Napoli da quando è arrivato in Italia ai tempi di Verona. Tite è uno dei migliori allenatori del mondo, è quello che ha rivoluzionato la squadra di Dunga con gli stessi giocatori che aveva l’ex selezionatore brasiliano. Tite mi chiese informazioni sul ragazzo dai tempi di Verona a dimostrazione che lo segue da tantissimi anni”. 

Napoli, Jorginho potrebbe fare al caso dell’Italia

L’agente FIFA, Sabatino Durante, infine, ha svelato la sua delusione per quanto riguarda la mancata convocazione con la Nazionale italiana del metodista del Napoli: “Penso sia il migliore centrocampista della Serie A e non vederlo con la Nazionale di Ventura fa male. Paragonarlo a Verratti è una stupidaggine tattica perché il giocatore del PSG si esprime meglio come interno di centrocampo senza avere i tempi di gioco di Jorginho: i due potrebbero coesistere alla grande. In una Nazionale come quella italiana, sempre più giù nel ranking FIFA, non capisco come si possa metter fuori un giocatore come Jorginho. Io mi sono chiesto come Ventura sia stato scelto come CT della Nazionale italiana visti i suoi modesti trascorsi: ha sempre allenato squadre di secondo livello con tutto il rispetto per il Torino”.