Home Le Rubriche di napolicalciolive.com PROGETTO FERGUSON – ADL corteggia Sarri per il progetto 2.0

PROGETTO FERGUSON – ADL corteggia Sarri per il progetto 2.0

Maurizio Sarri ©Getty Images

ADL vuole Sarri. Tranquilli, non siamo tornati all’estate del 2015 quando Aurelio De Laurentiis fece con Sarri la scommessa più furba della sua vita. ADL vuole Sarri adesso, vuole blindargli il contratto e scacciare via tutte le possibili pretendenti, annullando quella benedetta clausola. 8 milioni di euro per liberarsi ed andare altrove. Al presidente, si sa, piace avere il controllo della situazione e per questo vuole eliminare quella clausola. Il blitz a Figline nel giorno prima del compleanno di Sarri è un colpo di teatro niente male, di quelli che fanno vacillare anche gli scettici. Si lavora per la riconferma e per il lancio definitivo di quello che, nella mente di ADL, è il progetto Sarri-Ferguson. Trattenere il tecnico e dargli in mano le chiavi del suo Napoli è una priorità e per fare questo va modificato l’accordo attuale, facile preda del Milan, che segue l’allenatore toscano con interesse crescente.

Calciomercato Napoli, De Laurentiis prova a blindare Sarri

Stipendio raddoppiato a 2,5 milioni di euro, accordo prolungato e soppressione della clausola rescissoria da 8 milioni di euro attualmente esistente. Queste le condizioni sognate dal patron del Napoli che con la firma di Sarri si assicurerebbe la longevità di un progetto che quest’anno potrebbe addirittura toccare già l’apice, ma che in futuro potrebbe riservare ancora sorprese. A tutto ciò va poi aggiunto il regalo che testimonierebbe al meglio le parole del presidente a Radio Kiss Kiss: “Sarri è il finalizzatore del nostro mercato”. Con l’arrivo di Verdi, esplicita richiesta dell’allenatore, anche quest’aspetto sarebbe certificato. E a quel punto la strada verso il rinnovo sarebbe in discesa. Un nuovo ruolo quindi per Sarri, non solo allenatore ed ‘animale’ da campo quale è ad oggi, ma bensì ancora più importante in sede di calciomercato, lì dove la società sempre più spesso potrebbe affidarsi a lui. Un ruolo nuovo, forse un ibrido tra l’allenatore di matrice tipicamente italiana ed il classico manager stile Premier, a Napoli già visto sotto la gestione Benitez. Un Sarri alla Ferguson per il progetto 2.0 di ADL, che vuole blindare ad ogni costo il suo condottiero.  Per altri anni di Sarri, altri anni di un progetto stupendo nato quasi per caso, ma che adesso non vuol lasciare più nulla al caso.

Maggiore longevità e un power up: sono queste le due componenti alle quali punta De Laurentiis per il suo Sarri bis.