Home Le Rubriche di napolicalciolive.com TOUR CAMPANIA – Vittoria del Benevento, male Avellino e Salernitana

TOUR CAMPANIA – Vittoria del Benevento, male Avellino e Salernitana

Un moto d’orgoglio, una vittoria per restare aggrappato a quelle poche speranza di salvezza. Il Benevento batte il Crotone nello scontro diretto del Vigorito. I punti di distacco dal quartultimo posto sono undici, ma la squadra ha dimostrato di crederci e di voler onorare a testa alta il campionato. Quattro tiri nei primi sette minuti fanno capire le intenzioni del Benevento, ma al primo attacco del Crotone va sotto. Benali lancia in area sulla destra Nalini che in scivolata mette al centro per Crociata che insacca a porta vuota. Il Benevento non si scompone e continua ad attaccare. Il pareggio arriva al 37′ con Sandro con un imperioso stacco di testa. Nella ripresa il Benevento continua a premere ma con scarsa lucidità. Nel momento migliore del Crotone arriva un pizzico di fortuna. Sinistro da 25 metri di Viola deviato da Faraoni che spiazza Cordaz. Al 73′ il Crotone trova il 2-2 con un perfetto colpo di testa di Benali. De Zerbi inserisce Iemmello e Diabaté per rinforzare l’attacco. Nel frattempo Trotta, subentrato nel Crotone, colpisce il palo esterno. Quando tutto lasciava presagire il pareggio, all’89’arriva il 3-2. Sugli sviluppi di un angolo mischia in area: Iemmello crossa per Djimsiti che fa da torre in mezzo per Diabaté. L’attaccante all’esordio non fallisce e fa esplodere il Vigorito. Il Benevento c’è.

Serie B: Avellino travolto dal Venezia, la Salernitana pareggia a reti inviolate

Continua il momento negativo delle squadre campane impegnate nel campionato di serie B. L’Avellino viene asfaltato dal Venezia per 3-1, mentre la Salernitana non va oltre lo 0 a 0 casalingo contro la Pro Vercelli. Preoccupa la prestazione della squadra di Walter Novellino che non dà segnali di ripresa. La partenza non è delle migliori con Pinato che grazia l’Avellino. L’Avellino reagisce e riesce a prendere le misure dal punto di vista tattico ma non affonda. Al 34′ arriva il vantaggio del Venezia con un colpo di testa di Litteri che anticipa Ngawa sugli sviluppi di un angolo. Subito dopo Lezzerini evita il colpo del ko. Nella ripresa nell’unica chance costruita dall’Avellino arriva il pareggio. Magia dello spagnolo Asencio che fulmina il portiere con un tocco felpato da pochi passi. Il Venezia reagisce con rabbia e trova la zampata vincente con Domizzi. A tempo scaduto la chiude l’ex Zigoni, approfittando dell’ennesima amnesia della difesa avellinese. Amaro zero a zero per la Salernitana contro la Pro Vercelli. Gli uomini di Colantuono hanno il maggiore possesso palla ma nel primo tempo è la Pro Vercelli ad avere le occasioni migliori con Berra e Raicevic. Nella ripresa Palombi sfiora l’eurogol dalla distanza al 47’ ma l’occasione più ghiotta arriva 65′ con Rosina che su punizione colpisce il palo. Sempre Rosina in pieno recupero sciupa a pochi metri dalla porta e mette la parola fine alla partita.

Serie C: sconfitte Juve Stabia e Paganese, vittoria in extremis per la Casertana

Brutto ko per la Juve Stabia che al Menti non trova ancora la vittoria. A Castellammare vince il Bisceglie, che al 10′ sblocca subito la partita: D’Ursi sorprende la difesa della Juve Stabia e trafigge Branduani. La reazione arriva al 26′ con Canotto ma la mira non è precisa. Nella ripresa la Juve Stabia continua a macinare gioco ma senza pungere in avanti. Il Bisceglie invece in contropiede con Jovanovic trova il raddoppio che taglia le gambe ai padroni di casa. Ottima prestazione della Casertana che in pieno recupero espugna il Fanuzzi di Brindisi. Succede tutto nella ripresa. Pinna con un colpo di testa a botta sicura colpisce la traversa. Un’ingenuità di De Rose rallenta il forcing della Casertana che resta in dieci nell’ultimo quarto d’ora. Nonostante l’inferiorità gli uomini di D’Angelo ci credono e in pieno recupero trovano il gol vittoria con Pinna che su punizione trova la parabola vincente. Nulla da fare per la Paganese che viene travolta 4-1 dal Trapani. Campani avanti al 13′ con Cuppone. Al 35’ Scarsella trova il pareggio. Due minuti più tardi, Evacuo con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner ribalta il risultato. Nella ripresa il Trapani cala il tris con Marras che con un tocco sotto batte Galli. All’84’ i siciliani chiudono definitivamente i conti con Campagnacci grazie ad un sinistro dal limite dell’area.