Non solo l’indagine plusvalenze, altri guai per il Napoli: cosa è successo

0
204

Dopo l’indagine per il caso plusvalenze, un altro problema per De Laurentiis si aggiunge in casa Napoli. Cosa è accaduto

Non solo l’indagine sulle plusvalenze e l’iscrizione nel registro degli indagati per l’affare Osimhen. Per il Napoli di Aurelio De Laurentiis altri problemi in arrivo. Nella sede di Castel Volturno, il Konami Center, sarebbero stati commessi degli abusi edilizi, tali da comportare la demolizione delle costruzioni illegali. La notizia arriva dal sito Casertanews.it, mentre il club azzurro non si è ancora espresso in merito.

castel volturno
Demolizione nel centro sportivo di Castel Volturno, la notizia è improvvisa (Ansa)

Il comune di Castel Volturno avrebbe emesso un’ordinanza di demolizione. Il provvedimento riguarda una tettoia con strutture verticali in legno. Quella che si trova proprio all’ingresso del cancello grande, dove entrano le auto. Infatti la tettoia ricopre l’area parcheggio, che è lunga 24.5 metri e 11.5. Ci sarebbero, inoltre, due barriere illegali. Una di tipo grigliato fatto da pannellature orizzontali mantenute da elementi verticali, fissati alla struttura retrostante con agganci in altezza.

A Castel Volturno abusi edilizi: scatta la demolizione

Il tutto per una lunghezza di quasi 85 metri e un’altezza pari  4,50 metri. La seconda, struttura è presente su tutto il tratto murario che circonda il lato nord della area parcheggio superiore. Il tutto per una lunghezza di quasi 84,70 metri, realizzata da da pannelli orizzontali fissati alla parte di sotto della struttura muraria. L’altezza complessiva è di 2,50 metri circa. Come si legge su CasertaNews, gli interventi sono stati realizzati in tempo relativamente recenti. Il provvedimento sarebbe emesso dopo una serie di sopralluoghi dei tecnici inviati dal Comune.

Aurelio De Laurentiis a breve annuncerà la novità della prossima stagione
Aurelio De Laurentiis a breve annuncerà la novità della prossima stagione (LaPresse)

Le strutture “incriminate” sono state giudicate abusive. Da qui l’ordinanza destinata dall’amministratore della società che è proprietaria della sede del Napoli a Pineta Mare. Le strutture abusive dovranno essere abbattute entro 90 giorni. Se questo non sarà fatto, sarà il Comune a provvedere alla demolizione, ma a spese del responsabile dell’abuso edilizio contestato. La sede di Castel Volturno dove c’è il centro sportivo della squadra, in ogni caso, non risulta essere di proprietà del Napoli.