Juventus, colpo di scena: cosa sta succedendo dopo la sconfitta a Napoli

La Juventus si è bruscamente risvegliata del sogno, perseguito grazie alle otto vittorie consecutive con otto clean sheet. La lezione inferta dal Napoli rischia di avere un grosso contraccolpo, e non solo psicologico.

Dai piani alti della società, infatti, potrebbero arrivare decisioni drastiche.

Elkann
John Elkann, presidente di Exor – napolicalciolive.com

L’interesse di Exor, azionista di maggioranza e rappresentato da John Elkann, è quello di rimettere a posto le finanze bianconere.

La Juventus si lecca le ferite: la sconfitta può influenzare la stagione

Lo spettacolare match del Diego Armando Maradona di Napoli ha portato molto più di tre punti alla squadra di Spalletti. Gli azzurri, infatti, hanno allontanato quella che fino a ieri veniva indicata come la principale antagonista, infliggendogli anche un duro colpo dal punto di vista del morale. Quello che preoccupava dei bianconeri era senza dubbio la compattezza difensiva mostrata nelle ultime uscite di campionato, che gli ha permesso di riaffacciarsi ai piani alti della classifica. Segnare cinque gol a questa difesa, dunque, è prova di grande forza accompagnata dalla grande forma atletica e un gioco corale che esalta chiunque lo veda.

Di Maria Juventus
Angel Di Maria, attaccante della Juventus – napolicalciolive.com

La Juventus, adesso, deve cercare di non buttare al vento quanto di buono fatto fino ad ora ma le vicende extra calcistiche che hanno colpito la società rischiano di far sentire il loro peso più che mai. I buoni risultati avevano compattato il gruppo intorno al tecnico e all’area sportiva del club, lasciandolo indenne da queste vicende. Ora, in questo clima di incertezza, nessuno è sicuro della riconferma e le voci che iniziano a circolare potrebbero destabilizzare alcuni componenti.

La Juve pensa alla rivoluzione: circolano già i nomi per il futuro

Dopo la pesante sconfitta, che fa svanire quasi tutte le chance di Scudetto, in casa Juventus si iniziano a tirare le somme di quello che potrebbe salvare la stagione bianconera. La Vecchia Signora ha come obiettivo minimo quello di ottenere un posto alla prossima Champions League. Gran parte del futuro di Allegri e Cherubini, infatti, dipenderà dai risultati che la squadra raggiungerà in questa stagione. Insieme al posto Champions i bianconeri vorrebbero provare a portare a casa un trofeo tra Coppa Italia ed Europa League. Vincere un trofeo, infatti, rafforzerebbe la posizione di Massimiliano Allegri, più che mai in bilico.

Allegri Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus – napolicalciolive.com

Il tecnico, subito dopo il caos societario, aveva incassato la fiducia di John Elkann. La lezione subita dal Napoli, però, ha rigettato ombre su un progetto che non esalta né per gioco né per risultati. L’addio all’ex Milan, però, non è cosa semplice visto il contratto molto oneroso fino al 2025. In caso di addio, inoltre, la Juventus vorrebbe puntare su profili di alto livello come Antonio Conte e Zinedine Zidane. Cambiare tecnico, dunque, potrebbe rivelarsi un grosso investimento e per questo la dirigenza prende tempo e attende i risultati.