Home Interviste & anteprime @NCLiveCom Pallanuoto, Sara Centanni: “Diawara e Adele Esposito, che emozioni regala lo sport!”

Pallanuoto, Sara Centanni: “Diawara e Adele Esposito, che emozioni regala lo sport!”

 

Grazie ai gol all’89esimo di Milik e al 93esimo di Diawara, il Napoli vince contro il Chievo per 2-1 e continua a sognare lo Scudetto.
“Come al solito, seguo le partite con un piccolo gruppo di tifosi napoletani. – racconta a Napolicalciolive.com Sara Centanni, attaccante della SIS Roma – Vivere a Roma, lontana dal San Paolo, è difficile, ma anche attraverso la televisione si riescono a vivere delle fortissime emozioni”.
Il Napoli, dopo essere passato in svantaggio in una delle pochissime azioni offensive del Chievo, è riuscito a ribaltare il risultato con i giocatori che non ti aspetti. Milik, torna al gol dopo mesi dedicati alla riabilitazione; Diawara, dopo una partita in cui non ha brillato, con il suo destro a giro ha fatto esplodere di gioia il pubblico napoletano che così può continuare a sognare.

Napoli, Sara Centanni si racconta ai nostri microfoni

Sara Centanni pallanuoto
Sara Centanni

“Un’emozione così forte da giocatrice – continua Sara Centanni – l’ho provata in gara 2 a Milano, quando lottavamo per la promozione nella massima serie. Indossavo la calottina della mia squadra del cuore, l’Acquachiara, gara 1 l’avevano vinta le nostre avversarie, e stavamo lottando per una partita che avrebbe segnato il nostro cammino. O dentro o fuori. A una manciata di secondi dalla fine dell’incontro abbiamo trovato la rete del pareggio, e poco dopo abbiamo siglato il gol decisivo portando a casa la vittoria.”
Diawara, centrocampista classe ’97, ha segnato il suo primo gol in serie A, e non poteva scegliere partita migliore.
“Anche il gol della nostra vittoria a Milano – conclude Sara – è stato siglato da una classe ’97, Adele Esposito. Da quel gol è iniziata la storia. Gara 3 l’abbiamo giocata a Scampia, a casa nostra, davanti al nostro pubblico e vincendo abbiamo conquistato il pass per la serie A1. Che emozioni che ci regala lo sport!”