Home Napoli News Multa De Laurentiis, il giorno della verità: Napoli a un bivio

Multa De Laurentiis, il giorno della verità: Napoli a un bivio

CONDIVIDI

Multa record da parte di De Laurentiis ai calciatori del Napoli. È oggi il giorno della verità in merito alle sanzioni relative all’ammutinamento post-Salisburgo. 

Oggi è il giorno della resa dei conti in casa Napoli, nel vero senso della parola. Nessun ripensamento infatti da parte di Aurelio De Laurentiis dopo il grave accaduto post Salisburgo, con i suoi legali che spediranno le lettere di contestazione ai 24 giocatori della rosa, che saranno tutti puniti per l’ammutinamento arrivato in Champions League. Il numero uno del Napoli ha quindi dato l’ok ai suoi collaboratori per procedere alle raccomandate per l’attivazione del Collegio arbitrale e per avviare i procedimenti con la richiesta di risarcimento che arriverà fino al 25 per cento dello stipendio mensile lordo. Multa salatissima in arrivo dunque per i calciatori azzurri che nelle missive vedranno notificate le sanzioni e le motivazioni dettagliate delle violazioni. Le multe però saranno anche differenziate a seconda dell’atleta in questione con Allan per cui ci sarà una richiesta del 50 per cento (200 mila euro circa).

Multa De Laurentiis, sanzione pesante per Allan: occhio allo spogliatoio

La multa più pesante di De Laurentiis sarà quindi per Allan a cui il presidente non perdona le offese rivolte al figlio e vice-presidente Edo De Laurentiis. La somma che verrà sottratta dalle buste paga dei giocatori si aggira intorno ai 2,5 milioni di euro, una cifra monstre che rischia inevitabilmente di creare ulteriori conseguenze spiacevoli in un gruppo già ai minimi storici e lontano dalla rinascita sportiva.

LEGGI ANCHE—> De Laurentiis, ecco le multe: si aggireranno intorno ai 2.5 milioni complessivi

La mano pesante del patron del Napoli avrà quindi giocoforza peso anche all’interno dell’instabile spogliatoio azzurro che rischia una spaccatura definitiva con il resto della società. Una situazione altamente delicata che potrebbe portare i partenopei ancora più in fondo al tunnel, con una luce che all’orizzonte non sembra affatto manifestarsi.