Home Napoli News L’ex Napoli, le parole di Albiol sui vecchi compagni e sul Coronavirus

L’ex Napoli, le parole di Albiol sui vecchi compagni e sul Coronavirus

CONDIVIDI

Raul Albiol ha rilasciato delle dichiarazioni sul Napoli, sugli ex compagni e sull’emergenza sanitaria che sta mettendo in pericolo spagnoli e italiani 

Albiol parla dei suoi ex compagni al Napoli
Raul Albiol con la maglia del Villareal (Getty Images)

L’ex difensore del Napoli Raul Albiol è stato venduto al Villareal la scorsa estate, lasciando un bel ricordo ai tifosi azzurri di sé, come uomo e come calciatore. Lo spagnolo ha deciso di finire la sua carriera a casa sua, in Liga, dove si è fatto conoscere per le sue grandi doti tattiche e tecniche.
In questo momento difficile a causa della diffusione globale del Covid-19, Albiol resta a casa con la sua famiglia, preoccupato per il numero elevato di contagiati e morti che conta la Spagna: “E’ incredibile quello che sta succedendo. Siamo lontani dai nostri parenti e dalle persone care. Si combatte con la paura – racconta al Corriere dello Sport – Le terapie intensive sono piene e negli ospedali mancano gli strumenti”. A Raul manca Napoli e lo dice chiaramente: “Mi manca la città, manca alla mia famiglia. Quando tutto questo finirà torneremo a Napoli“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rrahmani: “A luglio sarò del Napoli, ma non sappiamo come regolarci”

Albiol, Napoli e i suoi ex compagni

Albiol parla dei suoi ex compagni al Napoli
Raul Albiol con la maglia del Napoli (Getty)

Albiol ha risposto alcune domande suoi suoi ex compagni al Napoli e la loro situazione contrattuale: “Mertens è un fenomeno. E’ sempre stato diverso dagli altri. Tutti vogliono vederlo ancora con la maglia azzurra, ma la scelta spetta solo a lui. Callejon, come Dries, dovrà fare una scelta complessiva, una scelta familiare”. Da quando Raul Albiol ha lasciato Napoli, sono crollate alcune certezze nel reparto difensivo. Spesso, è stato detto che Koulibaly avesse perso una guida al suo fianco con la partenza dello spagnolo: “Ha giocato 3 stagioni mostruose. Kalidou è solo un po’ stanco fisicamente e mentalmente. Io lo conosco – dice Albiol – So bene come lavora e tornerà presto a giocare ad alti livelli”.
Lo spagnolo, oltre a parlare dei suoi ex compagni al Napoli, ha trattato nell’intervista anche del momento positivo che stavano vivendo gli azzurri prima dello stop forzato: “Peccato, perché si sono fermati sul più bello. Anche con il Barcellona in Champions avevano la possibilità di superare il turno”. E a proposito di Champions, ha espresso un suo pensiero sul rinvio tardivo dell’ Uefa: “Nessuno si aspettava una diffusione del virus di questo tipo, però, col senno di poi, direi che l’Uefa ha sbagliato. Per esempio, il Valencia ha giocato contro l’Atalanta a Milano in piena zona rossa”

Albiol conclude il suo pensiero sulla grave crisi che sta colpendo tutto il mondo, specialmente la sua Spagna e la “sua” Italia: “Quando tutto finirà, saremo tutti più semplici, più uniti, più generosi, più onesti. Più uomini“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciatori stranieri in fuga: De Laurentiis blocca quelli del Napoli

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

💙 Arrivederci NAPOLI 💙

Un post condiviso da @ raulalbiol33 in data: