Home Napoli News Taglio stipendi, ecco quanto risparmierebbe il Napoli

Taglio stipendi, ecco quanto risparmierebbe il Napoli

CONDIVIDI

Taglio stipendi, dopo la pista aperta dalla Juventus si adegueranno anche le altre squadre? Ecco quanto risparmierebbero gli azzurri in caso di accordo

Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

La Juventus taglia 4 mesi di stipendio ai calciatori e apre ufficialmente la nuova era del calcio italiano. Quella della decrescita, quella del passo indietro necessario per far sì che il sistema non imploda su se stesso. In realtà è soprattutto un artificio contabile, perché poi – si legge nel comunicato bianconero – gli accordi saranno ridiscussi con i vari tesserati. Significa che nel prossimo bilancio i calciatori potrebbero recuperare 3 mesi su 4 se si riprende a giocare, 2 su 4 se si ferma tutto, ma il segnale è stato lanciato ed è un monito per tutta la categoria. Probabile che a questo punto anche le altre società seguano il modello Juve e vadano a ridiscutere gli accordi con i propri tesserati. Possibile che anche De Laurentiis si accodi e segua la stessa strada di Agnelli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHEIl rinnovo di Mertens non è scontato: tre big interessate

Taglio stipendi, quanto risparmierebbe il Napoli?

Kalidou Koulibaly resta a Napoli
Kalidou Koulibaly (GettyImages)

Un accordo in stile Juventus, ovvero con un terzo dell’ingaggio congelato e da ricontrattare, comporterebbe per il Napoli un risparmio lordo di circa 40 milioni di euro. Una scelta che non piacerà ai calciatori, ma che ora come ora sembra assolutamente necessaria. Per far fronte alle perdite e far sì che non crolli tutto. In quel caso a farne le spese sarebbe l’intero sistema, non solo i calciatori, e ben oltre tre o quattro mesi di stipendio. Il monte ingaggi lordo del Napoli infatti è di circa 80 milioni di euro, e Aurelio De Laurentiis risparmierebbe 2 milioni soltanto da Koulibaly, il giocatore più pagato, con Insigne al secondo posto che risparmierebbe 1.5 milioni di euro, e il duo Manolas-Lozano a chiudere il podio con 1.3 milioni. Resta però da vedere quale accordo verrà trovato tra i calciatori e il presidente, i cui rapporti non sono idilliaci soprattutto dopo la questione multe.