Home Napoli News Castel Di Sangro ritiro aperto, ma gli allenamenti sono già sold-out

Castel Di Sangro ritiro aperto, ma gli allenamenti sono già sold-out

CONDIVIDI

Ritiro aperto a Castel di Sangro: tutte le informazioni su come assistere agli allenamenti del Napoli. Intanto De Laurentiis eslode.

Mille posti al giorno, prenotazione obbligatoria e turnazione necessaria per consentire a tutti di poter vedere gli azzurri in azione. L’inevitabile prevenzione anti-Covid ha cambiato radicalmente l’organizzazione degli allenamenti aperti al pubblico nel ritiro di Castel Di Sangro.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le cessioni: chi lascerà presto il ritiro

Come (si poteva) assistere agli allenamenti del Napoli in ritiro

Il Napoli ha organizzato le presenze degli spettatori secondo un calendario prestabilito, con un form da compilare online e un giorno da scegliere per poter assistere alle sessioni di Gattuso e dei suoi ragazzi, con una regola fondamentale: chi si prenota non può farlo per i due giorni successivi, per non lasciare fuori nessuno. Un’iniziativa che ha avuto una risposta immediata da parte dei tifosi azzurri: 24 ore dopo è già tutto esaurito, le giornate di allenamento sono già tutte prenotate e anche la città è già piena di appassionati. Strutture ricettive di Castel Di Sangro e dintorni tutte prenotate da giorni e grande entusiasmo all’arrivo dei calciatori. Un bagno di folla ma sempre con la giusta distanza.

De Laurentiis al 'San Paolo'
De Laurentiis al ‘San Paolo’ (Getty Images)

De Laurentiis esplode: “Porte chiuse? Una cazzata”

Anche perché il presidente De Laurentiis, intervistato da ‘Radio Kiss Kiss’, non ha usato mezzi termini per definire la scelta di continuare a giocare a porte chiuse: “Bisogna dire che è assurdo che si continui a giocare a porte chiuse. E’ una cazzata pazzesca. Mi auguro sia una grande apertura, poi quando verrà ne parleremo con Gravina. Qui ci stiamo muovendo molto male a livello nazionale. Qui ho visto una situazione ancora più disciplinata di Dimaro. Tutto sta funzionando per il meglio, poi venerdì vedremo come andrà il triangolare. Spero che il presidente della Regione possa aumentare anche il numero di spettatori presenti. Non voglio forzare la mano sicuramente, perché devono pensarci i politici”. Non solo. A preoccupare De Laurentiis sono anche le tante partite ravvicinate che attendono il Napoli come tutte le altre squadre nelle prossime settimane: “Vorrò vedere quanti menischi salteranno ai giocatori, visto che a causa delle partite delle nazionali vogliono farci giocare ogni 3 giorni.  Se tiene gli stadi chiusi stai facendo un autogol a tutto il calcio italiano, stai offendendo milioni di tifosi che al voto potrebbero sfancularvi, attenzione a fare stronzate”.