Spalletti non riesce a farsene una ragione: resta un mistero

0
105

Sul Napoli di Luciano Spalletti, nonostante la qualificazione raggiunta in Champions League, c’è un’aria di contestazione.

Nonostante il raggiungimento dell’obiettivo stagionale della qualificazione alla prossima edizione della Champions League, sono giorni di contestazione in casa Napoli. A molti tifosi, infatti, non è andata per niente giù il crollo della squadra di Luciano Spalletti contro Fiorentina, Roma ed Empoli. Dopo queste gare, in cui gli azzurri hanno totalizzato solo un punto, difatti, la squadra partenopea ha dovuto dire addio ad ogni sogno di gloria per la vittoria del titolo.  

Spalletti arrabbiato
Luciano Spalletti dà indicazioni durante la gara tra il Napoli ed il Sassuolo (LaPresse)

Luciano Spalletti, conscio di questo malumore che serpeggia in una parte della piazza partenopea, ha più volte ribadito l’importanza di aver raggiunto la qualificazione alla prossima edizione della massima competizione europea. Ma le critiche non hanno risparmiato neanche lo stesso allenatore del Napoli.

Mercoledì sera, infatti, all’esterno dello stadio Diego Armando Maradona, è stato esposto uno striscione proprio contro Spalletti, facendo riferimento al furto della macchina del tecnico dello scorso ottobre: “Spalletti, la Panda te la restituiamo…Bast ca te ne vaje”. Striscione, da cui vari gruppi organizzati hanno preso le distanze, che non è affatto piaciuto all’ex allenatore di Roma ed Inter.

Napoli, Luciano Spalletti incredulo per lo striscione esposto all’esterno del Maradona

Striscione contro Spalletti
Striscione contro Luciano Spalletti esposto all’esterno del Maradona (Fonte: Twitter)

Come quanto riportato dal ‘Corriere dello Sport’, infatti, Luciano Spalletti non è riuscito proprio a spiegarsi il motivo che ha portato ad esporre uno striscione del genere. Per il tecnico, e così come per tanti altri ( giocatori, dipendenti, tifosi indipendenti e tifosi organizzati), resta un mistero il motivo di questo attacco frontale, visto che è stata raggiunta facilmente la qualificazione alla prossima Champions League.

In casa partenopea, quindi, si respira un’aria di forte contestazione. Anche se i giocatori azzurri hanno disputato un campionato disputato al vertice della classifica, in cui sono tornati a lottare anche per lo scudetto. A dimostrazione del nervosismo, che si sta vivendo in questi giorni intorno alla squadra azzurra, ci sono state anche le dichiarazioni di Luciano Spalletti di oggi, in cui il tecnico toscano ha ribadito che la stampa vuole distruggere il Napoli.