Petagna-Monza, che intreccio: il nodo che blocca la cessione

0
416

Sembrava fatta per la cessione di Andrea Petagna al Monza di Stroppa, ma c’è ancora un nodo da sciogliere per il trasferimento.

Il mercato del Napoli è sempre più intenso, considerando che lunedì prossimo ci sarà l’esordio in campionato al Bentegodi contro il Verona di Gabriele Cioffi. Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli, infatti, si stanno adoperando per cercare di rinforzare la squadra di Luciano Spalletti, anche se alcuni giocatori azzurri sono sicuramente in uscita. Tra questi bisogna inserire sia Fabian Ruiz che Andrea Petagna. 

Petagna durante un'amichevole
Andrea Petagna (LaPresse)

Lo spagnolo, di fatto, è sempre più vicino a trasferirsi sotto l’ombra della Torre Eiffel per diventare un nuovo giocatore del PSG. La trattativa è ben avviata, considerando che il club parigino ha offerto circa 20 milioni di euro per acquisire le prestazioni del giocatore. Il Napoli, invece, ne vorrebbe 25, anche se benissimo di non poter tirare troppo la corda, visto che rischia seriamente di perdere Fabian Ruiz l’anno prossimo a zero. 

Per Andrea Petagna, invece, da tempo si sta parlando di un suo trasferimento al Monza di Silvio Berlusconi ed Adriano Galliani. Tuttavia nel corso di queste settimane ancora c’è stata l’accelerata finale. Il club lombardo, di fatto, ha guardato anche altri profili di attaccanti (soprattutto quello di Mauro Icardi) prima di sferrare il colpo decisivo per il centravanti del Napoli, il quale sembrava ormai prossimo a diventare un biancorosso ma c’è ancora un nodo che sta bloccando la cessione. 

Petagna-Monza, trasferimento ancora bloccato: il Napoli deve prima prendere Simeone

Simeone protesta con Piccinini
Simeone protesta con Piccinini (LaPresse)

Secondo quanto riportato da ‘Sky Sport’, infatti, il trasferimento di Andrea Petagna al Monza è bloccato dalla mancata intesa tra il Napoli ed il Verona per la cessione di Giovanni Simeone. L’ex Spal è di fatto con la valigia in mano per volare alla volta della città lombarda, ma deve aspettare che Aurelio De Laurentiis chiuda prima con il club veneto per l’acquisto del ‘Cholito’. 

Tra Napoli e Verona, infatti, ancora si deve trovare un’intesa sulla modalità del trasferimento: gli azzurri vogliono prendere Simeone in prestito oneroso a 3,5 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 12 milioni di euro, mentre i veneti vogliono cedere le prestazioni dell’argentino con la formula dell’obbligo di riscatto. Le due società vogliono comunque venirsi incontro ed un accordo potrebbe essere trovato sulla formula del prestito tramite il raggiungimento di determinate condizioni. De Laurentiis, intanto, sta cercando anche di chiudere per Giacomo Raspadori.

Il Sassuolo ha preso Pinamonti dall’Inter: Raspadori è sempre più vicino

Romero marca Raspadori
Romero marca Raspadori (LaPresse)

Infatti, sono ore caldissime per il trasferimento del centravanti italiano in maglia azzurra. Un segnale evidente della quasi chiusura dell’affare è l’acquisto da parte del Sassuolo di Andrea Pinamonti dall’Inter per circa 20 milioni di euro. Il club neroverde, di fatto, ha scelto nell’ex Empoli il profilo ideale per sostituire nella propria rosa Giacomo Raspadori.