Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Infortuni Napoli, le condizioni di Ghoulam, Meret e Younes

Infortuni Napoli, le condizioni di Ghoulam, Meret e Younes

Ghoulam terzino Napoli
Ghoulam © Getty Images

Sono gli infortunati ‘storici’ del Napoli: ecco come stanno Faouzi Ghoulam, Amin Younes ed Alex Meret. Tra settembre e novembre recupereranno tutti.

Sulla via del recupero, anche se a volte la strada può essere davvero lunga. Ne sa qualcosa Faouzi Ghoulam, che ormai da quasi un anno combatte con dei problemi al ginocchio che sembravano non dover finire mai. Invece l’ultima visita a Villa Stuart ha dato riscontri piuttosto incoraggianti, come ha affermato anche il medico sociale. “Ghoulam non sta bene, sta benissimo”, ha detto il dottor De Nicola, responsabile dello staff sanitario del Napoli. “Tra 6-7 settimane sarà anche convocabile“. L’algerino si infortunò al legamento in occasione della sfida contro il Manchester City in Champions League ad inizio novembre 2018. E l’infortunio interruppe quella che sembrava profilarsi come la miglior stagione di sempre in carriera per l’algerino. Poi, a margine del rientro, si ruppe la rotula in allenamento ad inizio febbraio. E da allora il laterale del Napoli è in fase di convalescenza.

Meret risponde bene, anche Younes ottimista

Più lunghi i tempi di recupero di Amin Younes, che però è sembrato ottimista. Il tedesco di origini libanesi è alle prese con una lacerazione del tendine d’Achille che gli aveva precluso il passaggio in prestito al Genoa, un mese fa. Il suo ritorno potrebbe avvenire verso fine novembre. Younes ha concesso un “Sempre forza Napoli” che viste le tante voci che lo avevano descritto come una testa calda, è ora un toccasana per i tifosi azzurri. A gonfie vele anche il recupero di Alex Meret. “Sta rispondendo molto bene – ha detto il suo agente Andrea Pastorello – potrebbe tornare il 16 settembre, dopo la sosta per le Nazionali”. Un’ottima notizia per il Napoli: il suo portiere titolare designato può prendere posto tra i pali alla quarta giornata. Nel frattempo la dirigenza azzurra continua a sondare alcuni nomi per poter rinforzare il reparto.