Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Allan: “Allo scudetto penseremo tra qualche mese, CR7 non può vincere da...

Allan: “Allo scudetto penseremo tra qualche mese, CR7 non può vincere da solo”

Allan Lazio Napoli
Allan © Getty Images

Allan è pronto a dare battaglia alla Juve: “Per lo scudetto è presto, ma lotteremo coi bianconeri. CR7 da solo non può vincere le partite”.

In casa Napoli parla il centrocampista Allan. A lance.com.br, il 27enne ex Udinese mostra entusiasmo e voglia di vincere: “Il nostro precampionato è stato faticoso, ma il lavoro sta già dando i suoi frutti. La squadra sta tentando di concretizzare quanto prima ciò che ci chiede Ancelotti. Pensare allo scudetto adesso non è possibile, prima bisogna migliorare alcuni meccanismi, poi tra qualche mese vedremo. Il Napoli continuerà sempre a guardare partita dopo partita”. Su Inter e Milan: “Vantano una grande storia nel calcio italiano, anche se di recente hanno passato un brutto periodo. Ora però si sono rinforzate ed intendono ritornare ai fasti di un tempo, saranno delle pericolose avversarie in ottica Champions League. La loro ritrovata competitività è una cosa buona per la Serie A”.

Allan parla anche di Cristiano Ronaldo: “Pure l’approdo alla Juventus del portoghese aumenterà la visibilità del calcio italiano. Lui lo conosciamo tutti, è il migliore al mondo. Ma non può vincere le gare da solo. E comunque noi pensiamo a noi stessi. Il Napoli ha già fatto vedere ciò di cui è capace e proverà a lottare con i bianconeri”.

Allan sicuro: “Il Napoli lotterà con la Juve”

Inevitabile per Allan parlare dei brasiliani che hanno vestito la maglia azzurra, a cominciare da Alemao. “Lui era uno che lottava, esattamente come me. Ha vinto lo scudetto col Napoli e vorrei seguire le sue orme. Poi c’è anche Jorginho, nonostante giochi con la maglia della nazionale italiana. Per noi era molto importante, ma sappiamo come fare per non sentirne la mancanza, in rosa c’è gente di grandissima qualità”. Allan gioca in Italia da ormai 7 anni. “Ho maturato una certa esperienza, quella giusta per poter provare a dare una mano ad una squadra di vertice come il Napoli. È il mio quarto anno qui e mi sento un elemento importante del club. La mia ultima stagione è stata molto buona e proverò a fare altrettanto bene, per il bene della maglia azzurra”.