Home Calciomercato Napoli Napoli, Raiola cerca acquirenti per Insigne: la valutazione

Napoli, Raiola cerca acquirenti per Insigne: la valutazione

Napoli Raiola Insigne – Il procuratore del calciatore starebbe cercando, per lo stesso, dei possibili acquirenti. La valutazione tuttavia è alta.

Napoli Raiola Insigne
Lorenzo Insigne (Getty Images)

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Cristiano Giuntoli ed Aurelio De Laurentiis vogliono fare un grande Napoli. Il patron azzurro ha più volte dichiarato di avere tutta l’intenzione di accontentare le richieste di Carlo Ancelotti. Dal tecnico nato a Reggiolo, d’altronde, la tifoseria si aspetta grandi cose, ed allora sul mercato cominciano finalmente ad orbitare intorno al club partenopeo nomi di un certo spessore, come Manolas, Lozano, James. Il Napoli può prendere sia il messicano che il colombiano, ma non senza aver portato a termine una cessione di grande valore. Il sacrificabile potrebbe essere Lorenzo Insigne. Secondo Tuttosport, Mino Raiola, suo agente, sarebbe alla ricerca di società disposte ad acquistarlo. La valutazione si aggirerebbe sugli 80 milioni di euro. In tal modo potrebbe partire l’assalto a Lozano, altro assistito del celebre procuratore.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato Napoli, Veretout si allontana? C’è l’offerta Milan: i dettagli

Napoli Raiola Insigne, azzurri pronti a rinunciare al capitano

De Laurentiis, in un recente intervento radiofonico, aveva annunciato: “Voglio accontentare Ancelotti, ma lo sforzo economico posso farlo per un calciatore”. Eppure, a queste affermazioni, non tutti hanno dato molto credito. La sensazione più comunemente condivisa è quella che il club azzurro, avendo l’accordo verbale con entrambi i calciatori (Lozano e James Rodriguez) voglia provare a prelevarli entrambi. Ma lo stesso patron ha chiarito: “Bisogna anche non scontentare i calciatori che già abbiamo in rosa”. Ecco, quindi, che un nuovo attaccante, come quello proveniente dal PSV, potrebbe arrivare, ma solo a patto che il Napoli rinunci al proprio capitano. Con gli 80 milioni incassati si potrebbero arginare i costi del mercato in entrata.