Napoli, ha scalato gerarchie in difesa: possibile rivoluzione in atto

0
379

In casa Napoli il calciatore ha scalato tutte le gerarchie in difesa: è possibile una vera e propria rivoluzione

Napoli difesa
I calciatori del Napoli esultano dopo un gol (LaPresse)

Il Napoli visto contro il Verona, al di là di sfortuna ed arbitraggio, non ha certo convinto. La squadra non ha prodotto il solito calcio bello e spumeggiante, forse anche per merito degli scaligeri che hanno soffocato il centro del campo e trasformato la gara in un match spezzettato, con tanti falli ed interruzioni, soprattutto nella ripresa, per un tempo effettivo di gioco di circa 18′ totali.

La sosta per le nazionali – sebbene 14 azzurri saranno in giro per il mondo – arriva forse al punto giusto per il Napoli, con i calciatori che potranno ricaricare le batterie e Spalletti preparare in tutta calma la sfida all’Inter, il suo recente passato per uno scontro diretto che può già valere molto e stabilire anche le velleità di scudetto di Insigne e compagni.

LEGGI ANCHE >>> Ospina verso il rinnovo? I cinque motivi che hanno convinto il Napoli

Napoli, Juan Jesus scalza Manolas?

Juan Jesus Napoli difesa
Il difensore del Napoli Juan Jesus (LaPresse)

Non sono mancate, però, le note positive nella gara contro il Verona. Una su tutte, Juan Jesus. Il difensore brasiliano, alla prima da titolare in campionato, aveva il gravoso compito di non far rimpiangere Koulibaly.

Ebbene, sarebbe impossibile per ogni altro difensore del mondo – e lo è – ma l’ex Inter e Roma ha disputato una gara ordinata ed attenta, precisa e senza alcun tipo di sbavatura. Una prova convincente insomma, risultando perfino tra i migliori in campo.

Un bel sospiro di sollievo per Spalletti – ma fino ad un certo punto, perché il tecnico conosce benissimo le sue qualità – e per i tifosi, considerato come la mente sia proiettata sempre al prossimo gennaio. La Coppa d’Africa è infatti una spada di Damocle che pende sulla testa degli azzurri, ed avere in organico un Juan Jesus così solido e sicuro, di certo mitiga un po’ l’amarezza.

E proprio la prova del brasiliano potrebbe aver riscritto le gerarchie; Manolas, partito titolare ad inizio stagione, è ben presto diventato l’alternativa di Rrahmani. Il greco, afflitto da problemi fisici continui, potrebbe però vedersi sorpassato anche da Juan Jesus, retrocedendo al ruolo di quarta alternativa.