Napoli, Spalletti gioca a Rischiatutto: mossa a sorpresa per il nuovo anno

0
327

Novità in casa Napoli per la prossima stagione: Luciano Spalletti rischia tutto, la nuova mossa a sorpresa della società. 

Si avvicina sempre più la data del primo ritiro del Napoli, in programma a Dimaro dall’8 luglio. Per quella data, il club annuncerà qualche altro colpo di mercato e quasi sicuramente Kvaratskhelia.

Luciano Spalletti e la scelta rischiosa
Luciano Spalletti e la scelta rischiosa (LaPresse)

Saranno chiari anche gli scenari sui rinnovi dei contratti. La situazione più spigolosa da gestire è sicuramente quella di Dries Mertens, in scadenza e senza accordo. Il belga, alle attuali condizioni, non firmerà e non sarà un calciatore del Napoli per la stagione 2022-23. Ergo, a Dimaro non ci andrà. Non ci andrà neanche Ospina, il quale non è riuscito a trovare un punto d’incontro nel negoziato con la dirigenza per rinnovare il suo contratto. Per lui si parla di futuro arabo. Lascerà il calcio europeo nonostante sia stato uno dei migliori portieri del campionato italiano.

L’addio di Ospina apre uno scenario tutto nuovo con Alex Meret prossimo protagonista del Napoli: Spalletti gioca a Rischiatutto per il prossimo anno.

Spalletti da dietrofront? Fiducia a Meret

Alex Meret rinnova fino al 2027
Alex Meret rinnova fino al 2027 (LaPresse)

Il ruolo del portiere è delicato. Il mister a più riprese ha dichiarato che l’estremo difensore del domani deve saper giocare con i piedi, impostare dal basso. Caratteristiche che non rispecchiano esattamente quelle di Alex Meret. Tuttavia, l’ex Udinese avrebbe avuto rassicurazioni dall’allenatore e dalla società e sarebbe pronto a firmare un rinnovo del contratto fino al 2027.

In altre parole, nonostante quel terribile errore di Empoli che ha affossato le speranze del Napoli in un momento delicato della stagione, Meret sarà finalmente il primo portiere della formazione azzurra. E difficilmente, a questo punto, la società si tufferà sul mercato per acquistare un secondo portiere del livello di Ospina. Niente più dualismi.

Dunque, Spalletti ed il Napoli fanno una scelta molto rischiosa: puntare sul classe 1997, nonostante le sue abilità di palleggio non corrispondano alle richieste del mister. Chiaramente, il portiere dovrà lavorare sodo in estate per limare tutti i difetti e ricambiare la fiducia dell’allenatore. “Per migliorare nell’impostazione dal basso c’è bisogno di prendersi qualche rischio“, diceva l’allenatore dopo la sconfitta al Castellani. Per Alex è vietato sbagliare. Ma quello che rischierà più di tutti è Spalletti, il quale avrebbe rassicurato il portiere sul posto da titolare. Una scelta a sorpresa e molto audace, vista la sua interpretazione del ruolo.