Giuntoli, il gesto eloquente sul mercato del Napoli: il ds “sapeva” tutto

0
228

Giuntoli è il vero artefice del successo del nuovo Napoli. Il mercato del Napoli lasciava perplessi, ma lui sapeva tutto.

E’ facile adesso elogiare le prestazioni del Napoli. Gli azzurri sono la squadra più in forma del nostro campionato. Hanno avuto un avvio di stagione davvero superlativo, che li ha portati in cima alla classifica del nostro campionato (anche se a pari punti con l’Atalanta). La vittoria sul Milan ha rinforzato le ambizioni del Napoli, che adesso inizia a sognare. Una cosa che solo qualche mese fa appariva davvero impossibile.

giuntoli
Il ds del Napoli Cristiano Giuntoli (Foto LaPresse)

L’inizio della preparazione estiva è stato davvero da dimenticare per gli azzurri. La tifoseria ha visto in poche settimane andare via i pilastri delle ultime stagioni. Insigne, Koulibaly e Mertens hanno chiuso la loro avventura al Napoli lasciando un grandissimo vuoto sportivo, ma soprattutto emotivo. In quelle settimane il clima nell’ambiente era teso, sull’orlo di una dura contestazione.  Tanti partenti, nessuno arrivo, se non un allora sconosciuto talento georgiano, un certo Kvaratskhelia…sino alla svolta. Le cessioni hanno cambiato le carte in tavola, facendo arrivare uno dopo l’altro Kim Min-Jae, Simeone, Raspadori, Ndombelé. 

Di li a poche settimane, si è capito che quella campagna acquisti che inizialmente sembrava distruttiva era in realtà intelligente, ponderata e che il futuro della squadra era in ottime mani. I nuovi arrivi si sono integrati subito, Kvaratskhelia ha rubato in pochissimo tempo la scena, Kim si è rivelato una roccia, Simeone e Raspadori hanno dato il loro contributo integrandosi alla perfezione nella nuova realtà. Tutto, insomma, funziona. Merito di Spalletti e dei giocatori, ma anche di Cristiano Giuntoli, artefice di questa rosa che fa sognare.

Giuntoli, l’artefice del nuovo Napoli: dalla depressione all’entusiasmo

cristiano giuntoli 20092022 napolicalciolive
Cristiano Giuntoli (LaPresse)

Il Corriere dello Sport ha raccontato l’estate azzurra vista proprio dal punto di vista del direttore sportivo, che ha dovuto vivere quelle settimane di tristezza e depressione nella piazza, continuando a lavorare sotto traccia in un clima rovente e riuscendo alla fine a ribaltare completamente le carte in tavola. “Cristiano Giuntoli, il ds-architetto, un po’ sbuffava e un po’ sorrideva: calmi tutti, diceva. Perché sapeva: sapeva cos’aveva già comprato e chi sarebbe arrivato” si legge nel quotidiano.

Proprio questa è stata la grande forza del dirigente, che in silenzio non si è perso in proclami o giustificazioni, ha tenuto duro contro le contestazioni della piazza tirando dritto per la sua strada e seguendo il progetto studiato e ben curato che sta ora venendo alla luce. Giuntoli sottotraccia ha seguito con convinzione le sue idee, e grazie ad un’estate folle e particolare oggi il Napoli si gode una rosa che sta dimostrando di essere forte e competitiva, e infinitamente meno costosa e più giovane di quella della passata stagione. In barba allo scetticismo estivo il Napoli adesso conquista tutti.