Napoli-Torino, Juric vuole rompere la maledizione: non lo ha mai fatto

In attesa della sfida contro il Napoli Juric studia come sfatare il tabù: non gli è mai riuscito prima in carriera

Tra gli allenatori più apprezzati del nostro campionato ci sono sicuramente Ivan Juric e Luciano Spalletti. Diversissimi per approccio, stile di gioco, e temperamento, eppure uniti da una preparazione e da una capacità tattica di primissimo livello. Torino e Napoli hanno un’identità forte e consolidata, in piena linea con la filosofia dei propri allenatori.

juric 30092022 napolicalciolive (1)
Ivan Juric (LaPresse)

Il Napoli è rapido, veloce, imprevedibile e un po’ scanzonato. Da sempre Spalletti propone un calcio offensivo, votato a dominare la partita e al possesso palla sfruttando la qualità della rosa. Calcio propositivo anche per il Torino, ma improntato su pressing, corsa e agonismo, in pieno stile Juric, un “generale” capace di scuotere le sue truppe e di trasmettere personalità e cattiveria ai suoi giocatori.

I due allenatori e le due filosofie diverse sono destinati a scontrarsi nel match di sabato sera, in programma alle ore 15, valido per l’ottava giornata del campionato di Serie A. Dopo la sosta Napoli e Torino vogliono riprendere con forza il loro cammino. Gli azzurri vogliono ripetersi dopo l’importante vittoria per una rete a due contro il Milan, mentre i granata vogliono riscattarsi dopo le sconfitte per uno a zero contro Inter e Sassuolo.

I precedenti tra Juric e Spalletti fanno sperare gli azzurri, il dato è eclatante

spalletti juric 30092022 napolicalciolive
Luciano Spalletti e Ivan Juric (LaPresse)

I precedenti però non fanno ben sperare Ivan Juric e i tifosi granata. Nei passati incontri con Spalletti il tecnico del Torino non è mai riuscito ad avere la meglio sul collega. Su sei incontri l’allenatore del Napoli è riuscito a vincere ogni singola gara.

Nella stagione 2017/2018 Spalletti, allora tecnico della Roma, sconfisse uno a zero il Genoa di Juric grazie ad una autorete di Izzo, ripetendosi poi nel girone di ritorno per 3 reti a due (la famosa gara dell’addio al calcio di Totti, dove le reti di Dzeko, De Rossi e Perotti fecero gioire Spalletti).

Nella stagione successiva, con Spalletti sulla panchina dell’Inter, gli incontri contro il Genoa finirono per 1 rete a zero nel girone d’andata (rete di d’Ambrosio) e con una disfatta clamorosa per 5 reti a 0 nel girone di ritorno.

Anche nello scorso campionato i precedenti hanno sorriso a Spalletti. Il Napoli ha battuto entrambe le volte il Torino di Juric, la prima volta per una rete a zero grazie alla rete di Osimhen, che sbloccò la gara sul finale. Anche nel ritorno gli azzurri riuscirono a spuntarla per una rete a zero, grazie alla rete di Fabian Ruiz.

I numeri negativi di Juric contro Spalletti sono ulteriormente amplificati dal bilancio delle reti. In tutti gli incontri con il collega le squadre di Juric sono riuscite a mettere a segno appena due reti. Il Napoli può guardare con fiducia l’incontro sperando che il tecnico possa mantenere il suo trend positivo.