Spalletti spoilera la formazione: Simeone o Raspadori, tutto deciso

Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Torino, rivelando anche la formazione.

Domani alle ore 15 il Napoli ospiterà al Maradona il Torino nell’anticipo che apre l’ottava giornata di Serie A. Passata la prima sosta per le nazionali, gli azzurri sono attesi da un lungo e tour de force che lì vedrà in campo ogni tre giorni fino alla sosta per il Mondiale a metà Novembre.

Luciano Spalletti
L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti (ANSA)

Un tour de force che partirà subito con una partita complicata per i partenopei, visto che i granata verranno al Maradona con la voglia di essere i primi a battere la formazione azzurra in questa stagione e con l’umore alto dopo il più che discreto avvio di stagione. Si aspetta una partita difficile anche Luciano Spalletti, con il tecnico del Napoli che nella conferenza stampa odierna ha anche rivelato la formazione che scenderà in campo domani.

Prima di dare il via alla conferenza stampa, Spalletti si è presentato con due rose, rivolgendo un pensiero alle due ragazze iraniane Mahsa Amini e Hadith Najafi, la cui morte sta provocando grosse proteste in Iran.

Spalletti a sorpresa: “Giocheranno sia Raspadori che Simeone”

Spalletti Lazio Napoli
Luciano Spalletti (ANSA)

La partita contro il Torino non sarà affatto facile per il Napoli ed anche Luciano Spalletti sa che ci vorrà una delle migliori prestazioni per poter battere i granata. Juric si è sempre dimostrato ostico per gli azzurri ed il tecnico toscano non ha alcuna intenzione di risparmiarsi, mettendo in campo la miglior formazione possibile e non pensando troppo alla partita di Champions League di martedì prossimo contro l’Ajax.

Spalletti ha fatto capire chiaramente nella conferenza stampa odierna che non effettuerà tanti cambi rispetto alla formazione titolare: “Tra qui e martedì qualcosa cambierà, su domani non penso di cambiare molto dalla formazione solita” – ha annunciato l’allenatore azzurro – “Stanno bene e sono tornati in maniera ottimale e con la mente pulita”.

A sorpresa, poi, il tecnico toscano ha affermato che giocheranno sia Simeone che Raspadori, non rivelando però chi sarà titolare per sostituire Osimhen e chi invece sarà costretto ad accomordarsi in panchina all’inizio: “Entrambi e giocheranno entrambi, poi decida lei se fare un titolare da 60 o uno da 30″ – ha dichiarato Spalletti con il suo solito applombe – “Se quello da 30 poi determina la partita evidenzia una qualità di scelta e di momento che sorpassa l’importanza di giocare dall’inizio per 60′”.

Spalletti ha poi affermato come il discorso sul chi gioca di più e chi gioca di meno va affrontato nella maniera giusta. L’allenatore azzurro ha dichiarato come, con un calendario così intenso, tutti devono essere in condizione ed essere stimolati per far bene, sottolineando come alla fine la partita la può decidere anche il giocatore che entra e disputa solo 20′ rispetto a chi ne ha giocati 70′.

Spalletti predica calma sullo scudetto: “Si assegna a giugno, non a Settembre”

Spalletti Napoli
Luciano Spalletti (ANSA)

Vincere domani per il Napoli significherebbe, almeno momentaneamente, vetta solitaria della classifica con 20 punti. Gli azzurri sono partiti forte in questa stagione ed i tifosi sono tornati a pensare in maniera entusiasta a quella vittoria dello scudetto che manca da molto tempo. Tuttavia, in conferenza stampa Spalletti ha voluto predicare calma: “Io non ho mai visto assegnare scudetti a settembre, ma sempre a giugno e c’è tanta strada da fare” ha dichiarato il tecnico azzurro, sottolineando come serva impegno costante in un percorso lungo e difficile.

Un concetto che Spalletti ha ribadito più volte nel corso della conferenza stampa odierna, invitando anche a non sottovalutare le big che sono rimaste indietro come Inter e Juventus, affermando come entrambe si riprenderanno. Per il tecnico toscano sarà un campionato equilibrato ed ha affermato come a lottare per il titolo saranno sempre le solite 7 squadre più un’altra che tenterà di disturbarle come capitato lo scorso anno con la Fiorentina, ribadendo poi come sia presto per fare valutazioni.

Riguardo la partita di domani contro il Torino, Spalletti ha dichiarato che si aspetta non solo una qualità importante nel gioco, ma anche una continuità di movimento, con i suoi che dovranno creare spazi dove ricevere palla: “Muoversi per creare spazio ed avere possibilità di ricevere in quegli spazi, serve una continuità di movimento oltre che una sintesi di qualità di gioco importante” – ha sottolineato l’allenatore azzurro – “Devi capire dove c’è lo spazio, ma quella è una nostra qualità ed ho fiducia che questo lo sappiamo fareha poi affermato ottimista.

A Spalletti è stato poi chiesto quali sono secondo lui i pregi ed i difetti di questo Napoli, con l’allenatore toscano che ha risposto come al suo gruppo non abbia da chiedere nulla di diverso da quello che si sta facendo, ritenendosi soddisfatto di come sta interpretando le sue indicazioni. Se proprio deve trovare il pelo nell’uovo, però, Spalletti ha affermato come vorrebbe vedere meno gol sbagliati, sottolineando come questo alla lunga possa costare punti importanti.