Juventus, attenzione: cosa succederà nei prossimi giorni

Caso plusvalenze della Juventus, dopo la condanna occorre tenere alta l’attenzione: ecco che cosa succederà nei prossimi giorni.

Dopo le vicende che hanno catturato l’attenzione di tutto l’ambiente calcistico con la pesante condanna per la Juventus, è ora il momento di capire cosa potrà succedere nei prossimi giorni.

Gianluca Ferrero
Gianluca Ferrero, momento difficile per il neo presidente della Juve – Napolicalciolive.com

Le sentenza rilasciata ieri che ha condannato la Juventus a 15 punti di penalizzazione da scontare nel campionato corrente ha sconvolto lo scenario calcistico italiano. Quanto successo a seguito del primo filone d’inchiesta a carico dei bianconeri rischia di cambiare radicalmente oltre che il presente anche il futuro prossimo della Serie A, ma prima di giungere a qualsiasi conclusione in merito occorre capire cosa può succedere nei prossimi giorni.

Juve, quali i prossimi passi della giustizia?

Quanto avvenuto nella giornata di venerdì 20 gennaio ha indubbiamente lasciato un’impronta indelebile che porterà a ripercussioni in diversi ambiti anche in futuro. La penalità di 15 punti inflitta al club bianconero crea un precedente di importanza capitale per ipotetiche situazioni similari in futuro, ma in maniera ancor più immediata rivoluziona completamente la stagione attualmente in corso.

Stando a quelle che sono le notizie riportate da varie testate giornalistiche nelle ultime ore, la Juventus opterà per il ricorso al collegio di garanzia del CONI il quale potrà stabilire se la pena sia corretta o meno, senza però, come riprotato da Sky Sport, poter diminuire la quantità di punti, ma solo per l’appunto eliminarla o confermarla. Entro 10 giorni arriveranno le motivazioni che hanno spinto la giustizia sportiva a infliggere una pena così pesante al club dell’ex presidente Agnelli, in attesa dell’avvio del filone sulla mancora stipendi.

Ex CDA Juve
L’ex cda della Juventus, anche per loro sono arrivate pene pesanti – Napolicalciolive.com

Una volta che le motivazioni dietro la scelta degli organi competenti saranno ufficializzate, i bianconeri avranno 30 giorni per richiedere il già citato ricorso, pratica che al momento pare scontata come ribadito sopra, portando così ad un rinvio circa l’ufficialità o meno dei 15 punti di penalizzazione, i quali per il momento restano comunque confermati.

Quella di venerdì è stata la giornata che ha dunque chiuso, almeno per il momento, la prima parte del processo contro la Juventus e la gestione dell’ex cda bianconero, ma è già tempo di proiettarsi al prossimo futuro e ai prossimi passi che dovrà compeire la giustizia sportiva sia sui bianconeri che su altri club coinvolti in questa situazione: tra tutti ne spiccano alcuni in particolare.

Caso plusvalezne, il 22 febbraio si apre il secondo filone

La prossima data da cerchiare per glia ppasioanti italiani è dunque il 22 febbraio, quando verrà aperto un secondo filone su questo caso. Stando a quanto emerso dalle carte dell’ormai nota indagine Prisma non è solo la Juve ad essere coinvolta nelle dinamiche legate alle plsuvalenze. Oltre ai bianconeri, fin qui principale club sotto accusa, potrebbero quindi essere coinvolte altre squadre di rileìievo della Serie A: su tutte Milan e Roma.

Pinto e Maldini
Pinto e Maldini, i ds di Roma e Milan, due squadre che potrebbero essere coinvolte nel processo di febbraio – Napolicalciolive.com

Nel processo chiusosi il 20 gennaio già diverse squadre sono state inserite ma non punite come ad esempio Sampdoria ed Empoli, ma a partire dal prossimo mese ulteriori società potrebbero venire coinvolte nella vicenda. Rossoneri e giallorossi, le cui trattative incriminate sono quelle che riguardano Bonucci-Caldara e Pellegrini-Spinazzola, operazioni non incluse nel primo filone, si potrebbero dunque trovare a doversi difendere in tribunale, come riportato da Sky Sport, e con loro anche altre squadre di rilievo come l’Atalanta. La sensazione dunque è che si sia solo all’inizio di un lungo processo che potrebbe rivoluzionare molte cose nel calcio italiano.