Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Le pagelle degli azzurri: Gargano un leone, Hamsik impreciso, Inler confuso

Le pagelle degli azzurri: Gargano un leone, Hamsik impreciso, Inler confuso

Di Francesco Pugliese

Chissà per quante notti Pioli rivivrà negli incubi di Mazzarri. Il Bologna è viva eco del Chievo che tante perdite addusse ai partenopei la scorsa stagione; un tiro ed un gol, poi tutti in coperta. Il Napoli, imbavagliato sugli esterni, è costretto a vivere di episodi e solo il cambio di modulo offre nuove soluzioni comunque effimere. Risulta così indispensabile un rigore per evitare una sconfitta che avrebbe avuto il sapore della beffa. Finisce con un pareggio amaro per i sogni di gloria azzurri. Ora la strada per un piazzamento nobile si fa più che tortuosa.

De Sanctis 6 Prende gol sull’unica offensiva rossoblu dove è lasciato solo da una topica di Campagnaro. Decisivo nel finale sull’offensiva di Di Vaio.
 Campagnaro 5 Dal possibile assist per il vantaggio mancato da Hamsik,al liscio clamoroso del 14° che spiana la strada al vantaggio bolognese. E’ questo il triste riassunto di una prestazione tra alti e bassi. Spinge tanto, ma in copertura affanna oltremodo.
Zuniga 6,5 Impiegato come esterno offensivo, dimostra di essere un vero e proprio jolly ‘mazzarriano’. Le sue percussioni da antilope fruttano 2 gialli e calci piazzati a profusione. Il salvataggio su Di Vaio è da encomio.
Cannavaro 6,5 Si sdoppia in marcatura tra Di Vaio e Acquafresca offrendo ottima guardia. Si incarica di scuotere i suoi salendo palla al piede. Determinato e propositivo non lascia scampo agli avversari.
 Aronica 6 Più lo screditano, più cresce. Sempre attento in copertura, cerca di dare una mano anche in costruzione, coadiuvando quando possibile la spinta sulla sinistra.
Maggio 5,5 Braccato dal ‘ruso’ Perez, è costretto a vivere di occasioni. Manca un facile aggancio su una rimessa velenosa di Campagnaro che avrebbe potuto portare avanti gli azzurri. Offre il suo migliore contributo quando viene impiegato come quarto di difesa.
Vargas S.V.
Inler 5 Brancola nel buio. E’ una sofferenza vederlo così spaesato. Dovrebbe dettare la costruzione di gioco, invece inciampa spesso nelle sue incertezze.
 Gargano 7 Solito instancabile stantuffo. Macina chilometri rubando palloni e ricucendo la mediana con indomita tenacia. E’ il vero e proprio signore del centrocampo azzurro. Uno così è merce rara.
Dossena 6 Pioli lo limita in una gabbia costruita ad hoc. Il mancino cerca di eludere le doppie marcature con l’appoggio di Hamsik, ma la fatica pesa nella lucidità che spesso manca.
 Hamsik 5,5 E’ il più pericoloso dei suoi in avvio. Parte col coltello tra i denti. Peccato che manchi di precisione al 7° a pochi passi da Gillet. Soffre anche lui delle estreme attenzioni riservategli dalla retroguardia del Bologna. Eccede in preziosismi forzati che spesso regalano palla agli avversari.
Lucarelli S.V.
Pandev 6 Non è incisivo come nelle ultime uscite. Le barricate romagnole ledono il suoi infinito estro. Goran ci prova quando possibile, ma i pochi spazi a disposizione non gli permettono di pungere.
Cavani 6,5 E’costretto ad arretrare per giocare palloni utili alla causa. Sempre presente in fase passiva, si allarga sugli esterni al fine di far saltare le triplici marcature operate dal catenacciaro Pioli. Trasforma il rigore sacrosanto fischiato per fallo di mani di Perez con glaciale freddezza.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUL TUO NAPOLI? AGGIUNGI NAPOLICALCIOLIVE ANCHE SU FACEBOOK!