Home Altre News Cronaca L’onestà di Aronica: ” Nessuna attenuante, senza titolarissimi non va, ma rispettiamo...

L’onestà di Aronica: ” Nessuna attenuante, senza titolarissimi non va, ma rispettiamo la società…”

CONDIVIDI

 

 

CLICCA QUI PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUL TUO NAPOLI!

 

Salvatore Aronica, sembra andare controcorrente rispetto alle dichiarazioni del suo tecnico e ammette: “Probabilmente ci manca qualcosa, perché nelle ultime trasferte siamo venuti un po meno. Siamo onesti: sappiamo che è andata male e sappiamo anche che non abbiamo granché da recriminare, tranne qualche episodio. Perdere fa male, ma ora dobbiamo guardare avanti, pensare al Chievo, poi all’Atalanta e al Torino; e tra due settimane ci proveremo di nuovo in Europa League” .
Non è ancora finita, lo dice la matematica; e poi, lo suggerisce l’ultima mezzora, quella nella quale con Cavani e con Pandev. Aronica si affida (anche) ai tenori per ribaltare una situazione diventata complessa: “Sappiamo tutti che in questo Napoli ci sono calciatori imprescindibili per il salto di qualità. Stanchezza per titolarissimi come Cavani o Pandev? Sono giovani, temprati, abituati a fare le coppe. Non credo ci sia un dispendio di energie così imponente, ma la scelta del turn-over massiccio, di far crescere e maturare i giovani, è della società e del tecnico e noi le rispettiamo” . Appunto, risponde il ds Bigon: “La squadra scesa in campo era allaltezza della sfida contro una formazione forte come il Dnipro, che ha battuto il Psv”. Stralcio dal ‘Corriere dello Sport’

A.I.