IL CORRISPONDENTE – Romano: “Inter, è difficile ma non impossibile. Altri due titolari potrebbero dare forfait”

0
90

 

di Mario D’Amiano

 

Al termine di una stagione molto deludente, c’è molta amarezza in casa Inter. Gli uomini di Stramaccioni sono chiamati ad una vittoria al San Paolo per poter ancora sperare nel posto in Europa League. Il Napoli, negli ultimi anni, sta assurgendo a posizioni di elite nel panorama calcistico internazionale. Questa sera, vincendo contro i nerazzurri, si porterebbe nuovamente a più sette dal Milan, ormai unico rivale per il secondo posto. Gli azzurri dovranno fare a meno di Campagnaro, mentre a centrocampo persiste il consueto ballottaggio tra Inler e Dzemaili, con quest’ultimo favorito. Napolicalciolive.com ha contattato in esclusiva Fabrizio Romano, caporedattore di ‘FcInterNews’,  per conoscere le ultime in casa Inter a poche ore dal match: “I nerazzurri arrivano a questa partita con la consapevolezza di dover vincere per Stramaccioni e per l’Europa League. Ovviamente il Napoli è nettamente favorito sulla carta, ma serve una prestazione convincente“.

CHIAVE TATTICA – Nella formazione nerazzurra graveranno le pesanti assenze e il gioco ne risentirà: “Imporre il proprio gioco al San Paolo con così pochi uomini è difficile. L’Inter è davvero in formazione rimaneggiata, mi aspetto un Napoli che fa la partita e un’Inter di contropiede. Per quanto concerne le voci di Mazzarri all’Inter, ritengo che sia una pista congelata. Il tecnico piace al dg Fassone, ma per adesso c’è la Roma in pole per l’allenatore del Napoli e non i nerazzurri“.

PROBABILE FORMAZIONE – Oltre alle ormai note assenze pesanti nell’undici titolare nerazzurro, nelle ultime ore si è sparsa voce di un infortunio per Ranocchia e Rocchi. I due potrebbero ugualmente scendere in campo, ma la decisione finale arriverà solo dopo aver testato i calciatori al San Paolo. Qualora il difensore non ce la facesse, sarebbe questa la formazione interista: Handanovic; Jonathan, Chivu, Juan Jesus, Pereira; Alvarez, Benassi, Kovacic, Kuzmanovic, Schelotto; Rocchi.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA