ESCLUSIVA – Gigi e Ross: “Cavani core ‘ngrato, si pentirà. Messaggio per Insigne. Noi in ritiro? Aspettatevi di tutto…”

Di Gianluca Vitale

 

Uno dei fenomeni di costume di maggior successo degli ultimi anni, capace di interpretare la napoletanità nelle sue sfaccettature e di restituirla in tutta la sua spontaneità. Condotto dal duo cabarettistico Gigi e Ross (col supporto immancabile di Fatima Trotta e dell’ormai quasi “veterana” Elisabetta Gregoraci), la trasmissione tv ‘Made in Sud’ continua a decimare ascolti e raccogliere consensi. Per il secondo anno consecutivo, il tour dei comici ‘messi insieme’ e diretti dal sapiente Nando Mormone farà visita al ritiro estivo del Napoli a Dimaro. Per avere qualche anticipazione, la redazione di NapoliCalciolive.com ha intervistato in esclusiva i due front-men del programma, Luigi Esposito e Rosario Morra:

 

Entrambi ‘malati di Napoli’, come vi state preparando a tornare in Trentino?

-G: “Non vediamo l’ora di esserci. Tutti noi abbiamo ancora vivo il ricordo di quei giorni: un’esperienza bellissima a contatto diretto con i tifosi. Sarà nuovamente un grande emozione. Anche senza Mazzarri…”.

-R: “Come ben sai, dei due io sono il più ‘sfegatato’. L’altra volta trovammo una città letteralmente ‘brandizzata’ dai colori azzurri e dal calore dei napoletani, e ora mi aspetto qualcosa in più e non in meno. Già pregusto l’atmosfera”.

 

Avete già ricevuto direttive su quello che sarà il vostro spettacolo? In cosa si differenzierà rispetto a quello dell’anno scorso?

-G: “Ancora non ci è stato illustrato il programma, ma ci hanno comunicato che sarà tutto il cast a salire, e non solo una piccola rappresentanza. Così anche i vari Mariano Bruno, per dirne uno tifosissimo, potranno essere dei nostri”.

-R: “Trasferiremo a Dimaro l’intero live che stiamo portando in giro col nostro tour estivo. Saremo una quarantina e partiremo la mattina presto, in modo da poterci godere a pieno la trasferta. Per una questione logistica, credo che ci esibiremo in teatro e non all’aperto come ha fatto in questi giorni Guido Lembo. Per il resto, è tutto affidato all’imprevedibilità di De Laurentiis”.

 

Di sicuro la presenza dl Presidente non si farà mancare. Così come, probabilmente, anche quella della squadra

-G: “Speriamo, sarebbe la cosa più bella in assoluto”.

-R: “Sarà la prima volta senza Aronica, ma comunque ci sarà da divertirsi (ride, ndr). Scherzi a parte, per noi sarà un po’ come andare in vacanza: lavorare in presenza del Napoli, cosa puoi chiedere di più?”.

 

Il Presidente salì addirittura con voi sul palco, per non parlare degli sketch con Cannavaro e contro gli juventini. Cosa state escogitando stavolta?

-G: È top secret. Come diceva Ross, non potremo più prendere in giro Aronica e allora ci inventeremo qualcos’altro”.

-R: Non ci saremmo mai aspettati un trattamento simile: furano davvero tutti molto simpatici e disponibili. De Laurentiis è un signore, prima ancora che un imprenditore. Le sue accoglienze sono in grande stile e certamente ci tratterà benissimo, come ha sempre fatto. Quanto agli sketch, chissà se Benitez starà a qualche gioco…”.

 

Ross, tu conosci molto bene il Capitano. L’hai sentito da quando è in ritiro?

“Ci siamo parlati al suo compleanno, poi ci siamo visti ma è da fine giugno che non lo sento. Questo è un periodo particolare e ho preferito evitare”.

 

Siete rimasti delusi dalle parole di Cavani? In conferenza ha dichiarato d’aver lasciato il Napoli anche per vincere la Champions

-G: “Perché, va a giocare al Bayern?”.

-R: “Condivido: se è davvero così, secondo me ha sbagliato squadra”.

 

Dunque, secondo voi si pentirà della sua scelta?

-G: “Senza ombra di dubbio”.

-R: “Ti dirò di più: lo farà molto presto”.

 

Callejon vorrebbe vincere lo Scudetto battendo la Juve e, magari, perché no, anche il Barça ai preliminari di coppa. È chiedere troppo?

-G: “Forse sì, però a volte pensare in grande non guasta”.

-R: “La Juve la dobbiamo battere a prescindere; quanto al Barcellona, ci potrei anche passare su”.

 

Cosa vi aspettate dal vostro fan numero uno, Insigne?

-G: “Sarà la sua stagione”.

-R: Mi è sembrato di capire che Benitez punterà molto su di lui e non posso che esserne contento. In bocca al lupo Lorenzo, sarai il nostro simbolo! Tanto ci vediamo tra poco, così te lo dico anche dal vivo”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA