Il Napoli pesca ancora in casa Real Madrid: ecco l’altro ‘galactico’ seguito dagli azzurri

0
59

Non solo Albiol, Callejon e Higuain, anche un quarto nome sarebbe stato fatto a Florentino Perez da parte di Aurelio De Laurentiis. E stando a quanto ci riportano le nostri fonti spagnole, è quello di Fabio Coentrao: ma spieghiamo come stanno le cose.

Il 25enne portoghese – un passato al Benfica ed un appeal mai nato in questo biennio con la tifoseria blanca – è stato appena silurato dal tecnico Ancelotti, che oggi l’ha escluso seccamente dalla lista dei convocati che affronteranno il Lione, ed è già sul mercato da giugno. Il Real sta cercando prepotentemente, e da tempo, di inserirlo all’interno dell’affare Bale con il Tottenham: l’offerta dei madrileni continua ad esser pari a 60 milioni più il cartellino del portoghese (valutato intorno ai 17), che raggiungerebbe così il suo connazionale Villas-Boas. Volontà, questa, lineare dello stesso ragazzo, che però incontra la diffidenza del club inglese, che continua ad impuntarsi sulla volontà di trattenere l’ala per non meno di 80 cash. Da qui l’intromissione del Napoli, che ha bisogno d’un terzino in caso d’addio di Zuniga, ma anche d’un mediano da intescambiare con Inler e Behrami davanti alla difesa. Ruolo, questo, che proprio Coentrao – chiuso da Marcelo – ha più volte ricoperto nel corso dell’ultima annata, nel 4-2-3-1 mourinhiano che tanto assomiglia a quello di Rafa Benitez. 

De Laurentiis, non più tardi di ieri, è stato fermo nella sua dichiarazione riguardante Zuniga, ma è perfettamente consapevole della volontà del ragazzo, che vuole la Juve o l’Inter. E se la tiritera dovesse protrarsi sino ad agosto, allora il progetto sarebbe semplice: concedere l’addio al colombiano, e virare su Coentrao, che agirebbe da vice Armero ma anche da centromediano.

Operazione che potrebbe anche esser felicemente intavolata, visti gli ottimi rapporti oramai creatisi con gli spagnoli, il fascino di Rafa Benitez – che dovrebbe a sua volta mediare con il diretto interessato – ma soprattutto la volontà di Perez stesso, che già mesi fa, in occasione della primissima offerta ai partenopei per Cavani (scartata perché globalmente inferiore a quella prevista dalla clausola) misero sul piatto proprio Coentrao.

Tante, quindi, le condizioni da soddisfare: Zuniga che dovrebbe approdare alla Juve, il Tottenham che dovrebbe continuare a rifiutare le contropartite, il Real che dovrebbe accordare il prestito secco (o oneroso, ma a condizioni vantaggiose) annuale, ed il ragazzo che dovrebbe ridurre parte del suo stipendio – ad oggi percepisce 2,5 milioni netti – ed ammortizzarlo con i fatidici bonus.

Un’affare dunque da mettere in lista, ed, al momento, solo da sussurrare, in attesa delle prossime evoluzioni d’un mercato al cui termine – a differenza degli scorsi anni, in cui si operava solo ad agosto inoltrato – manca ancora talmente tanto da rendere tutto ancora possibile.

CanaleNapoli