VIDEO – Napoli-Carpi 3-0, ecco gli highlights della gara

0
69

 

 

Napoli-Carpi 3-o. Buona prova per gli azzurri contro la neopromossa in serie B (CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAGELLE)

 

 

El Pipita non c’è: è rimasto in albergo a guardare dalla finestra della sua stanza il temporale che si è sfogato nella Val di Sole proprio al calcio d’inizio dell’amichevole che i suoi nuovi compagni di squadra hanno sostenuto con il Carpi, neo-promosso in serie B. Al mattino Gonzalo Higuain si è allenato assieme al preparatore atletico Paco De Miguel nei boschi di Dimaro che sono più verdi del fondo di una bottiglia di vetro e probabilmente sarà presentato lunedì a Napoli, magari in occasione della partita con il Galatasaray.

Giocando sotto la pioggia il Carpi di capitan Pesoli, tornato al calcio dopo un anno di squalifica, ha cercato subito di sorprendere gli azzurri, ma non li ha spaventati. Rafael in evidenza: prima nel respingere in angolo una punizione di Ferretti e poi nel deviare sul palo un tiro ravvicinato di Bertoni. Ma già poco dopo il quarto d’ora i vice campioni d’Italia hanno messo in cassaforte la vittoria dando ai modenesi una severissima lezione. Tre a zero con reti di Pandev, Behrami e Dzemaili. Di stordente bellezza il primo gol di Pandev che mette a sedere ben tre difensori del Carpi per poi infilare di piatto il portiere Nocchi. Ancora in evidenza il macedone sei minuti dopo: semina il panico nella stordita difesa del Carpi e appoggia al centro per il facile raddoppio di Behrami. Arriva, invece, su punizione il 3-0 partenopeo, complice Nocchi che si fa infilare sul palo alla sua destra.

Pioggia a raffica e partita sospesa al 25′. Una decina di minuti di acqua torrenziale con Benitez che si ripara sotto la tettoia della sua panchina. Il tecnico madrileno può essere già soddisfatto della prova dei suoi e soprattutto del centrocampo, svelto e brillante, che, come piace a lui, buca senza problemi la retroguardia avversaria con Behrami e Dzemaili, preferito a Inler. La pioggia non ferma, invece, l’arrivo del presidente De Laurentiis, che assiste al resto del primo tempo dagli spogliatoi con vista sul campo. Occasionissima per il Carpi: inzuccata su calcio d’angolo di Romagnoli e Rafael che di nuovo salva con un miracolo la propria porta. E’ davvero un gatto questo portiere arrivato dal Santos che con l’altro neo acquisto Pepe Reina si giocherà per tutta la stagione il posto da titolare.

Per tanti giorni si è invocato un po’ di fresco nella valle dove il sole è di casa, ma nessuno si aspettava un campo in pochi minuti così inzuppato d’acqua. Tanto è vero che Rafael Benitez ha invitato l’arbitro a sospendere nuovamente la partita al 35′ del primo tempo. La ripresa così è durata quasi un’ora ed è stata meno entusiasmante della prima frazione di gioco. Inler e Radosevic non hanno ancora la vivacità di Dzemaili e Behrami. Calaiò non è Pandev. E anche in difesa Britos e Cannavaro si sono fatti rimpiangere. Non a caso Gagliolo ha avuto la possibilità di segnare il meritato gol della bandiera per il Carpi, ma anche Colombo si è messo in evidenza bloccandogli il colpo di testa quasi sulla linea di porta.

Nel secondo tempo, come detto, il Napoli non ha entusiasmato come nel primo anche perché Stefano Vecchi, il neo allenatore del Carpi, ha rivoluzionato la difesa che, a parte Pesoli, aveva fatto acqua come e più del temporale. Inoltre, Calaiò si è mangiato l’opportunità del quarto gol calciando fuori un calcio di rigore concesso per un fallo in area ai danni di Mertens, finalmente messosi in evidenza.

NAPOLI-CARPI 3-0 (3-0) –

RETI: 9’pt Pandev; 15’pt Behrami; 19’pt Dzemaili.

NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Cannavaro, Britos, Armero; Behrami, Dzemaili; Mertens, Hamsik, Insigne; Pandev. All: Benitez. NAPOLI (dal 35’pt – secondo tempo): Colombo (30’st Sepe); Zuniga, Fernandez, Gamberini, Dossena; Inler, Radosevic; Insigne (35’st Tutino), Mertens (28’st Novothny), Callejon; Calaiò.

CARPI (4-4-2): Nocchi (35’pt Kovacsik); Letizia (35’pt Poli), Romagnoli (35’pt Gagliolo), Pesoli, Liviero (35’pt Sperotto); Pasciuti (35’pt Kirilov), De Vitis, Bertoni, Di Gaudio; Ferretti (35’pt Perini), Cani (35’pt Della Rocca). All.: Vecchi.

ARBITRO: Rasia di Bassano del Grappa.

 

Fonte: ufficio stampa CALCIO | Napoli in Trentino 2013