Home Altre News Cronaca Canovi, ag. Fifa: “Il mercato azzurro è stato uno dei migliori, ma...

Canovi, ag. Fifa: “Il mercato azzurro è stato uno dei migliori, ma manca ancora qualcosa”

CONDIVIDI

 

Dario Canovi, agente FIFA, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio CrcMio figlio è l’agente di Thiago Motta. Non mi risulta o almeno il Napoli né con me né con mio figlio si è fatto vivo. Thiago ha ancora un anno e mezzo di contratto col Psg per cui non è libero. Che piaccia Thiago Motta mi pare normale perché in questo momento è il centrocampista europeo con la più alta percentuale di passaggi indovinati. Che guarda il Psg non può non rendersi conto che nel ruolo che interpreta Thiago Motta, pochi calciatori sono alla sua altezza. Sulle ipotesi non parlo mai perché dovrebbe esserci prima una richiesta o una trattativa avanzata, ma questo non c’è. Mi chiedo e vi chiedo: ma De Laurentiis restituisce al Psg tutti i soldi che ha preso per Cavani? In questo momento il Psg è la squadra più ricca d’Europa e non è seconda a nessuna, forse solo al Bayern Monaco. Il presidente che ha investito così tanto non credorischi di rompere il giocattolo per vendere Thiago Motta, Matuidi o chi altro. Il Psg è stato chiaro: a gennaio non si vende nessun calciatore sotto contratto. In Francia ci sono tantissimi giocatori e non è detto che si guardino solo i calciatori del Psg. Seguo il campionato francese ed ho visto due o tre giocatori che potrebbero far comodo a tutte le squadre“.

“Bisogna togliersi un’illusione: a gennaio chi ha i grandi giocatori, se li tiene. Pensare che il Psg o il Manchester o altre squadre si privino dei migliori calciatori è sbagliato. Certo, poi ci sono i casi come quello di Balotelli che era incompatibile con l’ambiente e la squadra. Lo stesso Pastore, che sta giocando poco, non credo voglia andare via dal Psg e lo stesso club parigino non lo vuole mandar via. Il mercato del Napoli è stato dei più intelligenti, mancano solo due calciatori: un regista a centrocampo e un altro difensore di livello”.