Home Rubriche L’OMETTO O LO METTO? GIORNATA XXXVII

L’OMETTO O LO METTO? GIORNATA XXXVII

CONDIVIDI

L'ometto o lo metto

 

RISULTATI XXXVI GIORNATA

 

L’OMETTO: Frison (5,5); Ljajić (4,67); Radovanović (6); Vives (6,5); Marchese (5,83); Bianchi (5); Biabiany (6,33); Éder (5,17); Muriel (6 – d’ufficio); Biagianti (5,5); Balotelli (7,17); Icardi (4,67); Biglia (5,33); Toni (5); Pirlo (6 – d’ufficio); Consigli (5,17); Borja Valero (5,17); Missiroli (5,83); Inler (6,17); Conti (4,83).

 

MEDIA: 5,60

 

LO METTO: Bergessio (10,83); De Rossi (5,33); Rigoni (4,67); Immobile (6,67); Fetfatzidis (5,5); Kone (5,33); Cassano (10); Maxi López (6 – d’ufficio); Fernandes (7); Paulinho (12,17); Kaká (6,33); Palacio (5,17); Candreva (7,17); Hallfreðsson (8,5); Marchisio (6,5); Bonaventura (6,33); Cuadrado (9,17); Sansone (11,17); Mertens (8,67); Sau (5,17).

 

MEDIA: 7,38

 

VERONA-UDINESE

 

L’OMETTO: L’uomo, si sa, è Cacciatore. Ma Cacciatore non è uomo da Fantacalcio. È l’erede annunciato di Buffon, però a Verona potrebbe passare un pomeriggio piuttosto complicato: Scuffet.

 

LO METTO: Dopo la pessima prestazione di Roma, avrà una voglia matta di tornare a timbrare il cartellino: Toni. Voi dite che non arriva almeno a quota 15 (al momento siamo a 13)? Io invece dico di sì: Di Natale.

 

INTER-LAZIO

 

L’OMETTO: Sembra in netto regresso rispetto all’Icardi di qualche tempo addietro. Dias, sempre a rischio rosso in match di questo genere.

 

LO METTO: L’ex di turno Hernanes, non v’è dubbio alcuno. Di solito a Milano la Lazio segna con i siluri dai venti metri; che sia arrivato finalmente turno di Ledesma?

 

ATALANTA-MILAN

 

L’OMETTO: Ha tutte le qualità per fare la differenza anche nella massima serie, ma il suo momento non sembra ancora arrivato: Baselli. Kaká, ultimamente un po’ troppo sottotono.

 

LO METTO: Denis, e chi sennò? Campionato tutt’altro che esaltante, ma gioca contro la “sua” Atalanta, per cui… Montolivo.

 

BOLOGNA-CATANIA

 

L’OMETTO: Krhin, forse un po’ troppo “leggerino” per partite di questo genere. Bologna-Catania sarà uno scontro dall’alto contenuto agonistico, territorio non proprio favorevole per il Lodi di turno.

 

LO METTO: Sfida salvezza, sfida per non scendere in B, la categoria dove Rolando Bianchi è un fuoriclasse assoluto. Siamo al redde rationem: o la cadetteria o Bergessio.

 

CAGLIARI-CHIEVO

 

L’OMETTO: Ibraimi, chi è costui? Gli abbiamo dato una chance settimana scorsa, ma lui se l’è bruciata ignobilmente: Rigoni.

 

LO METTO: Ibarbo, forse il più continuo fra gli avanti isolani quest’anno. Al Sant’Elia trova spesso e volentieri la via della rete: Cyril Théreau.

 

LIVORNO-FIORENTINA

 

L’OMETTO: Belfodil, sostituto di Paulinho sicuramente rivedibile. In una gara così accesa, Alberto Aquilani c’entra come i cavoli a merenda.

 

LO METTO: Siligardi, falcidiato dagli infortuni, ma talento più che discreto. Un gol (due?) per decretare la fine di un incubo e spedire i cugini all’inferno: Pepito Rossi.

 

SAMPDORIA-NAPOLI

 

L’OMETTO: Gastaldello, che contro i partenopei s’è già fatto buttare fuori una volta. Partito benissimo, appare in netto calo di condizione e di convinzione: Jorginho.

 

LO METTO: Al San Paolo soltanto il palo gli negò un girone fa la gioia di un sigillo meritatissimo: Gabbiadini. Pandev, che quando gioca a Genova si trasforma in Cristiano Ronaldo.

 

SASSUOLO-GENOA

 

L’OMETTO: Andiamo sull’usato garantito: Biondini. Non il miglior Gilardino della carriera, onestamente.

 

LO METTO: Sansone, in forma a dir poco strepitosa. Con la sua rapidità nello stretto potrebbe creare più di un grattacapo ad una retroguardia tutt’altro che scattante: Bertolacci.

 

TORINO-PARMA

 

L’OMETTO: Non c’è malaccio, ma Biabiany e Schelotto sono clienti nient’affatto scontati: Maksimović. Qualcuno ricorda l’ultima volta in serie A di Uragano Gargano?

 

LO METTO: Ormai persino le grandi d’Europa lo corteggiano, e lui ha un solo pensiero che gli frulla per la testa: diventare capocannoniere. Ciro Immobile. È da un po’ che non si fa sentire in zona gol: Lucarelli.

 

ROMA-JUVENTUS

 

L’OMETTO: Dodô, certamente non ancora all’altezza di un big match del genere. Da vecchio cuore laziale, potrebbe sentire un po’ troppo la partita con la Lupa: Lichtsteiner.

 

LO METTO: Scontata la squalifica, vuole chiudere la stagione in bellezza: Destro. Sirene da ogni dove gli bombardano le orecchie, eppure sembra aver giurato fede eterna alla causa bianconera: Pogba.

 

 

Alla prossima, e che il Dio del Fantacalcio vi abbia tutti in gloria!