Rivoluzione a centrocampo. Via gli svizzeri e dentro un brasiliano

0
24

 

sandro-tottenham-hotspur_3009494

 

Il mercato del Napoli è in fermento ormai da tempo, anzi forse non si è mai arrestato fin dall’arrivo di Rafa Benitez sulla panchina partenopea. Il tecnico spagnolo ha una chiara idea di calcio da impostare qui in Italia, e non ha intenzione di lasciarsi spaventare dalle tante critiche ricevute. Il terzo posto ottenuto e la Coppa Italia in bacheca gli danno ragione, ma per poter passare da quel 76% al 100%, magari già nella prossima stagione, Rafa necessita assolutamente di calciatori in grado di dare il massimo nel suo modulo. Quest’anno l’attacco ha fatto faville, ma difesa e centrocampo non sono riusciti a garantire una copertura adeguata, il che ha dato vita alle numerose sconfitte e ai pareggi contro squadre dal tasso tecnico decisamente inferiore. Fare un gol più degli avversari è una filosofia apprezzabile, ma ciò non vuol dire ritrovarsi con un’area di rigore pari a un porto libero per gli attaccanti avversari. Proprio per questo, oltre a qualche difensore che dovrà necessariamente arrivare, il centrocampo pare il reparto destinato al maggior numero di nuovi innesti. Si parla infatti di una versa e propria rivoluzione, come del resto avvenuto la scorsa estate in attacco (con ottimi esiti), con il muro svizzero destinato, a quanto pare, a crollare. Behrami, Inler e Dzemaili sono sul mercato, e probabilmente non avranno difficoltà a trovare una nuova sistemazione lontano da Napoli, e forse dall’Italia. La domanda a questo punto è d’obbligo, chi prendere al loro posto che possa alzare il tasso tecnico degli azzurri, ma allo stesso tempo consentire alla società di non sforare il budget imposto dal fair play finanziario? I nomi a dire il vero non mancano, anche se le operazioni che potrebbero consentirne l’approdo in Campania non sono propriamente semplici. Si è parlato di Mascherano, stanco delle tante critiche ricevute a Barcellona, che certamente andrà via dalla Spagna, ma che ha ricevuto interessanti offerte anche dall’Inghilterra, sua seconda casa. Il rapporto con Benitez potrebbe fare la differenza, ma per ora si brancola ancora nel buio. Stando a quanto riportato Footballdirectnews.com però pare essersi accesa definitivamente la pista Sandro. Il centrocampista del Tottenham infatti è in aperta rottura con il tecnico Sherwood, con il quale non sono mancate frecciate a mezzo stampa. Il primo attacco lo ha sferrato Sandro, che su Twitter, prima di una sfida contro il Fulham, scrisse che non era rimasto fuori per un infortunio. Sherwood allora chiuse la vicenda con un semplice: “Sandro non stava abbastanza bene per questa gara”, dall’alto del netto 3-1 rifilato agli avversari. Il calciatore però ha poi rincarato la dose, definendo a ESPN Brasil non “allegra” l’atmosfera nello spogliatoio, soprattutto nella seconda parte della stagione. Di certo si tratta di un calciatore dal carattere forte, ma che Benitez ha in grande considerazione. L’operazione non potrà di certo essere conclusa in breve tempo, ma con soli due anni ancora di contratto e questa delicata situazione interna da gestire, il Tottenham potrebbe ben pensare di liberarsi di lui quest’estate. Il costo del cartellino, stando a fonti inglesi, potrebbe aggirarsi intorno ai 13 milioni di sterline.

di Luca Incoronato