Home Napoli News Albiol: “A Napoli sono felice, mi sento importante. Un aspetto ci differenzia...

Albiol: “A Napoli sono felice, mi sento importante. Un aspetto ci differenzia dalla Juve. Vi dico chi sarà la ‘sorpresa’ dei Mondiali”

CONDIVIDI

raul

Raul Albiol ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano spagnolo ‘AS’ nella quale ha fatto un bilancio del suo primo anno italiano:

Soddisfatto della tua prima stagione in Italia?

“Il primo anno in una nuova squadra è sempre complesso, ci sono stati molti cambi nel gruppo ed a livello personale, ma siamo felici di come sia andata”.

Il Napoli è riuscito a battere spesso grandissime squadre deludendo, invece, in match più abbordabili. Cosa è mancato?

“E’ stato un problema di mentalità, bisogna imparare dagli errori che abbiamo commesso in questa stagione con le squadre di bassa classifica se vogliamo lottare per il titolo nella prossima”.

La gente continua a sognare lo scudetto… con questa Juventus può essere solo un’utopia?

“E’ chiaro che il club vorrà di più in campionato. L’unica cosa che ci differenzia dalla Juventus è che i bianconeri sono riusciti a vincere molti match con un solo gol di scarto, mentre noi abbiamo perso spesso punti in partite alla nostra portata”. 

Benitez ha dichiarato che per trattenere a Napoli grandi giocatori come te ed Higuain il club deve migliorare. A cosa si riferiva?

“Il Napoli dovrà sicuramente continuare a crescere, arriveranno nuovi giocatori e l’obiettivo deve essere migliorarsi anno dopo anno”. 

Scegliere Napoli è stata una mossa giusta?

“Sì, qui sono felice. E’ stato un anno fondamentale per me, ho ritrovato continuità in campo e sono tornato a sentirmi importante”. 

L’adattamento nella nuova città e nel calcio italiano…

“E’ andato benissimo, nel Napoli c’è un grande gruppo, questo ha reso tutto più semplice. La città vive molto il calcio, come giocatore ti fa sentire a tuo agio”.

Cosa pensi della stagione del Real Madrid?

“Non posso ancora esprimere un giudizio, dipenderà tutto dalla finale di Champions. Se la vincerà sarà un anno spettacolare, altrimenti le valutazioni potrebbero non essere così positive”. 

Ti aspettavi un Atletico a questi livelli?

“Era difficile immaginarsi che avrebbe resistito così in alto fino alla fine, hanno dimostrato una forza ed un’unione incredibile”. 

Dopo la grande annata napoletana è arrivata la chiamata di Del Bosque…

“Spero di essere tra i 23 convocati, sarà fondamentale il tema degli infortuni, bisognerà capire chi può arrivare al suo miglior livello”. 

TI ha sorpreso l’assenza di Arbeloa?

“Certo, è un compagno di squadra a cui tutti vogliono bene. Il suo infortunio al ginocchio lo ha penalizzato”.

E quella di Callejon? In Italia non riescono a spiegarsi la sua mancata convocazione…

“Credo che ha avuto ed avrà grandi possibilità di essere convocato. Ha disputato una stagione incredibile, è un grandissimo giocatore”.

Quale sarà la Nazionale-sorpresa ai Mondiali?

“Il Belgio e la Colombia sono due ottime squadre, ma ce ne saranno sicuramente altre”.

E parlando di favoriti…

“Il Brasile gioca in casa, l’Argentina ha un’ottima squadra. Ma chi difende il titolo è la Spagna…”.