RILEGGI LIVE – Benitez: “La competizione fa bene, mercato chiuso. Marotta, Buffon e Allegri parlavano di sudditanza verso la Juve”

0
18

benitezncl6

 

 

Rafa Benitez parla alla vigilia del big match di campionato tra Napoli e Lazio. Il tecnico spagnolo analizza in conferenza stampa il momento della sua squadra, ormai lontana dal sogno scudetto e invischiata nella lotta al terzo posto. Queste le sue parole: “La competizione tra i giocatori è molto importante per la squadra perchè aiuta a fare meglio. Mesto e Strinic hanno lavorato bene, uno dei due scenderà in campo da titolare. I procuratori fanno il loro lavoro, io ripeto che il mercato in uscita è chiuso: aspettiamo solo la situazione di Radosevic col Varese. Anche il mercato in entrata è chiuso per ora. La squadra meritava di più contro la Juve, adesso siamo concentrati sulla gara importante che giocheremo domani. Oggi grazie a internet riusciamo a scovare le dichiarazioni precedenti di Buffon, Marotta e Allegri, che prima di lavorare per la Juve dicevano altre cose riguardo gli arbitri. Non siamo nati ieri, voi avete più esperienza di me del calcio italiano. Qualche volta capita sempre di dire ‘ci può stare’. Gabbiadini è arrivato con una condizione fisica migliore, deve capire per bene il suo ruolo e ciò che deve fare in campo. La sconfitta con la Juve è diversa dalla sconfitta col Bilbao. Una settimana fa venivamo dalla vittoria della Supercoppa, di cui mi piace ancora adesso riguardare i rigori. L’approccio alla gara è stato simile a Doha, solo che i bianconeri sono forti e venivano con la voglia di rivincita. Mancano 20 partite al termine del campionato, ci vuole competizione tra i giocatori: Inler e Jorginho sono calciatori di ottimi livello. Non bisogna mandarli sul mercato se non giocano per qualche gara. Penso che la Lazio sta giocando bene e ha fiducia nelle sue qualità: inizerà la gara con intensità perchè giocherà in casa e vorrà vincere. Oltre alla Lazio, anche Samp, Inter, Milan e Fiorentina sono in lotta per il terzo posto. Domani dobbiamo dimostrare di essere all’altezza del terzo posto. Se facciamo quello che abbiamo fatto l’anno scorso, sono sicuro che arriveremo al terzo posto e che la squadra raggiungerà il suo obiettivo, ovviamente il calcio italiano è difficile. Abbiamo analizzato bene la gara e domani cercheremo di fare bene. L’atmosfera del San Paolo deve essere sempre bella e contro la Juve l’abbiamo avuta. Gli stadi inglesi sono più piccoli e anche lì l’atmosfera è molto bella. Insigne ha la resistenza per fare anche la fase difensiva, anche Dries può lavorare per fare lo stesso. De Guzman corre tantissimo durante le gare così come Callejon, Hamsik e Maggio. De Guzman sta facendo un ottimo lavoro con tanto lavoro e tanta intensità. La legge contro la discriminazione territoriale dovrebbe essere molto più dura. Le responsabilità non possono essere solo delle squadre di calcio, la questione è anche politica. La goal technology può aiutare di sicuro le decisioni degli arbitri“.