NCL RETWEET – Kone segna contro il Napoli con la stessa puntualità della metro di Tokyo

NCLIVE-Retweet

 

Una gara difficile, risolta solo ai calci di rigore, all’ultimo calcio di rigore di Higuain che spedisce il Napoli ai quarti dove ad aspettarlo c’era l’Inter.
L’udinese coriacea per 120′ si arrende alla manona di Andujar su Allan e a qualche decisione quantomeno dubbiosa di Orsato, non impeccabile negli episodi decisivi del match.

 

“Per “fortuna” abbiamo vinto,ma oggettivamente rigore non c’era. Se ci lamentiamo di arbitri dobbiamo ammetterlo,così non va!” scrive Giuseppe al termine del match. Stessa idea per Nando, che rende meriti ai friulani con una frecciatina a Rafa: “Tifo Napoli ma ieri meritava di passare l’Udinese; Benitez non sa dare gioco alla squadra!”
Tempi supplementari che hanno allungato troppo le aspettative dei tifosi e dello stesso tecnico spagnolo, anche in vista dei prossimi impegni. “Una cosa peggiore dell’arbitraggio? Vincere soltanto ai rigori. Troppe energie sprecate” twitta Fabrizio, mentre Luca applaude le buone prestazioni di alcuni azzurri attesi al San Paolo: “Bene Strinic e Zapata, finalmente Hamsik”.

 

Proprio lo slovacco è tra i più twittati dai tifosi al termine dell’incontro.
Una partita in chiaroscuro per 99 minuti, poi un bolide che ne mostra l’immensa qualità e riportava anche il Napoli in vantaggio.
“Ma che goal hai fatto Marek? Fantastico” scrive Giorgio. Altri azzurri hanno invece faticato, come Dries Mertens: “Non ce la faccio a vedere Mertens così,rivoglio quel campione che da solo metteva KO le squadre avversarie!!!! Forza Dries!” il messaggio di Giuseppe.

 

L’unico capace di tenere sempre lo stesso ritmo e livello di prestazioni quando arriva al San Paolo è Panagiotis Kone.
Il greco a Fuorigrotta lascia sempre il segno, e con gol mai banali; anche ieri, la mezza sforbiciata che valeva il 2-2 e rovinava i piani degli azzurri.
“Kone segna contro il Napoli con la stessa puntualità della metro di Tokyo”, scrive Olimpio, e ‘Boscusiere’ rincara la dose: “Se ci tenevamo Denis e compravamo Kone, avevamo uno scudetto in più a quest’ora”.

 

A cura di Gennaro Arpaia (Twitter: @gennarojenius9)