Allegri: “Vinto uno scontro diretto ma il Napoli è ancora in corsa”

Allegri allenatore Juve
Allegri © Getty Images

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Premium Sport della partita vinta contro il Napoli.

Riguardo il match: “Vittoria importante perché vinciamo uno scontro diretto contro una squadra che fa un bellissimo calcio, li rimandiamo a -7. Abbiamo preso un gol che potevamo evitare ma devo complimentarmi con i ragazzi. Il cambio di modulo è stato buono, Cuadrado salta l’uomo. Ci siamo presi dei rischi, abbiamo pressato molto alti”.

Su Higuain: “Non gli ho detto niente, sapeva che giocava ed è andato in campo applicandosi bene. Ha fatto un gol importante. Anche Mandzukic bene, giocano bene insieme anche se non si direbbe”.

Su Pjanic: “Ha fatto una buona partita sul piano della fase difensiva e della corsa. Gli è mancata forza nel secondo tempo, ha giocato tantissime partite. L’ho tolto solo per debito di ossigeno, fino a che è stato in campo ha fatto bene per la squadra. I suoi numeri sono elevati, deve migliorare ma io sono contento di lui. Con tutte queste partite è difficile tenerlo fuori”.

Sullo stato di forma della squadra: “Non possiamo stare al 100% tutto l’anno ma basta anche l’80%. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, mentre loro hanno speso molto nel primo per il pressing. Strappiamo di meno, magari con Cuadrado, Pjaca, Alex Sandro. Gli altri a lungo andare danno dei vantaggi”.

Sullo Scudetto: “La Roma sicuramente è ancora in corsa, così come il Napoli perché mancano ancora tante partite”.

Su Hernanes: “Mi spiace che qualcuno l’abbia fischiato, ha fatto una buona partita. Non era semplice perché giocava contro il Napoli, nel secondo tempo ha fatto meglio che nel primo. Mi spiace quando gioca e la gente lo fischia, la gente deve sostenerlo”.