#BOLOGNANAPOLI 0-3 – Sofferenza e maturità: una vittoria di testa

Napoli-Bologna © Getty Images

Vincere per dar seguito ai successi contro Atalanta e Verona, arrivando così nelle migliori condizioni possibili alla sfida di mercoledì contro lo Shakhtar Donetsk. Questo l’obiettivo del Napoli di Maurizio Sarri, che ha chiuso la terza giornata di Serie A con il posticipo domenicale. Di fronte il Bologna degli ex Donadoni e Bigon, in un Dall’Ara colorato anche d’azzurro. Bologna-Napoli termina con il punteggio di 0-3 in virtù delle reti di Callejon, Mertens e Zielinski nella ripresa.

Bologna-Napoli, errori e sofferenza

Sarri ha sciolto gli ultimi dubbi di formazione lanciando Mertens al centro dell’attacco, aiutato ai lati da Callejon e Insigne. In mezzo al campo ancora spazio a Jorginho in cabina di regia  con Allan ed Hamsik a completare il reparto, mentre in difesa la novità risponde al nome di Chiriches. Poco turnover dunque per il tecnico azzurro, concentrato principalmente sulla gara di campionato. Donadoni ha invece sperimentato un 4-2-3-1 inedito, con Palacio a comporre un trio di trequartisti con Verdi e Di Francesco, alle spalle di Destro. L’atteggiamento più spregiudicato premia in avvio i padroni di casa, che mettono alle corde un Napoli lento e prevedibile in fase di costruzione. I felsinei mettono infatti sul terreno di gioco un pressing alto ed ordinato, finalizzato al recupero rapido del pallone proprio nella metà campo difensiva della truppa di Sarri. Il Napoli dal canto suo fatica a costruire per i primi 20 minuti, subendo la pressione bolognese, che si concretizza nelle folate offensive dei vari Verdi, Palacio e Destro. Proprio il numero 9 sfiora il vantaggio all’11’ colpendo la traversa su calcio di punizione, prima di avviare al 18′ l’azione del goal annullato a Masina per fuorigioco. Nel finale di frazione i ragazzi di Donadoni calano dal punto di vista fisico, favorendo il ritorno di un Napoli comunque lontano dalla forma migliore. Di Hamsik lo squillo migliore del primo tempo azzurro che si conclude con l’infortunio occorso a Chiriches.

Napoli, Callejon-Mertens-Zielinski: azzurri al comando

Al rientro dagli spogliatoi lo spartito non sembra cambiare, con un Bologna ancora ben agganciato alla partita a fare da contraltare ad un Napoli prevedibile e macchinoso. Il primo sussulto della ripresa è infatti di marca felsinea con Destro che ben imbeccato da Verdi in area di rigore costringe Reina alla parata prima del salvataggio di un ottimo Koulibaly. La svolta del match arriva quindi al 66′ con Insigne che pennella dalla trequarti pescando in area Callejon: lo spagnolo si fa trovare pronto e di testa batte Mirante. Il goal carica gli azzurri, che prendono confidenza con la gara, impugnando saldamente il pallino del gioco. Nel finale di partita il Napoli infatti dilaga prima con Mertens che si mette in proprio ed infine con Zielinski che chiude un’azione perfetta rifinita da Callejon.

Bologna-Napoli 0-3, il tabellino

Marcatori: 66′ Callejon (N), 83′ Mertens (N), 88′ Zielinski (N)

Bologna (4-2-3-1): Mirante; Krafth, Helander, Maietta (57′ De Maio), Masina; Pulgar, Poli; Verdi, Palacio (77′ Petkovic), Di Francesco; Destro (73′ Krejcj). Allenatore: Donadoni

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches (42′ Albiol), Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho (77′ Diawara), Hamsik (61′ Zielinski); Callejon, Mertens, Milik. Allenatore: Sarri

Ammoniti: Helander (B), Destro (B), Chiriches (N), Pulgar (B), Palacio (B), Verdi (B)

Espulsi: –

 

Giuseppe Barone