Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Napoli-Chievo, l’incredibile statistica negativa di Mertens

Napoli-Chievo, l’incredibile statistica negativa di Mertens

Dries Mertens © Getty Images

Elemento imprescindibile del Napoli di Maurizio Sarri, Dries Mertens ormai è una certezza, un attaccante temibile e di grande spessore tecnico. Il belga però non sta attraversando un grande momento di forma, un po’ come avvenuto prima della sosta di gennaio. Una situazione tutto sommato prevedibile considerando che Mertens ha giocato oltre 3000 minuti in stagione, chiamato agli straordinari per l’infortunio di Arek Milik. Ora che però il polacco è finalmente tornato in rosa, si evidenziano le difficoltà di Mertens. La prova evidente è arrivata contro il Sassuolo dove l’ex PSV è stato uno dei peggiori in campo non riuscendo mai ad impensierire la difesa dei neroverdi. In tanti hanno chiesto l’inserimento di Milik dal primo minuto contro il Chievo, ma difficilmente Sarri regalerà sorprese dell’ultima ora. I pochi detrattori di Mertens puntano sull’ottimo momento di forma di Milik che nei pochi minuti giocati contro il Sassuolo ha messo lo zampino nel gol di Callejon e ha sfiorato il vantaggio con una gemma in rovesciata fermata dalla traversa.

Mertens mai decisivo contro il Chievo

Ma l’attaccante belga vuole dimostrare ancora una volta di essere un vero e proprio trascinatore; i mondiali in Russia si avvicinano e c’è bisogno del migliore Mertens per il Napoli e per la sua Nazionale. L’occasione arriva oggi contro il Chievo, vera bestia nera per il classe 1987 a causa di una statistica davvero impietosa. Mertens non ha mai segnato o fornito assist nei sette precedenti giocati contro i clivensi. Tra i 99 gol nei quali ha partecipato, il belga non ha mai punito il Chievo. Un tabù davvero particolare da sfatare oggi al San Paolo, mettere a tacere le critiche e continuare a tenere viva la corsa scudetto. Del resto Mertens non potrà mai essere un problema per Sarri, è sulle caratteristiche del belga che è nato il Napoli post Higuain. In attesa di studiare una coesistenza con Milik, Mertens è chiamato all’ennesima prova da top player.