Home Napoli News Maksimovic Napoli, l’occasione d’oro per il serbo

Maksimovic Napoli, l’occasione d’oro per il serbo

CONDIVIDI
Nikola Maksimovic in azione col Napoli @Getty
Nikola Maksimovic @ Getty Images

Dopo sei mesi in prestito allo Spartak Mosca Nikola Maksimovic vuole conquistare da titolare la maglia azzurra. Ma con Albiol e Koulibaly non sarà facile ancora una volta. 

A Dimaro ci sarà, poi il futuro sarà da valutare attentamente. Nikola Maksimovic è stato convocato da Carlo Ancelotti per il ritiro in Trentino in programma dal 10 luglio. Il centrale serbo è reduce da sei mesi in prestito allo Spartak Mosca, guidato dal tecnico italiano Massimo Carrera, ex collaboratore di Conte ai tempi della Juventus e della Nazionale italiana. Il difensore del Napoli è stato quasi sempre titolare della formazione russa giocando sia a quattro che in una difesa a tre come ai tempi di Torino. Con l’ormai ex allenatore dei partenopei, Maurizio Sarri, il serbo aveva deciso di lasciare temporaneamente il Napoli per poi tornare alla conquista di una maglia da titolare. Ma con i soliti Raul Albiol e Koulibaly sarà ancora una volta un’impresa ardua.

Nonostante lo scarso minutaggio concessogli, l’ex tecnico toscano ha sempre elogiato il centrale serbo: “E’ un giocatore su cui noi crediamo molto, voluto dal direttore e voluto da me. In questa stagione ci dà una garanzia in meno rispetto ai due titolari, la linea difensiva più solida è con Albiol e Koulibaly e devo tenerne conto, ma la mia stima verso di lui non cambia e lui diventerà un pilastro di questa squadra. Ha grande fisicità ma anche rapidità di gambe, impostazione da dietro, addirittura tecnicamente ricorda Albiol e per velocità Koulibaly, quindi lo immagino come grande giocatore”.

Maksimovic Napoli, l’occasione d’oro

Arrivato nell’ultimo giorno di calciomercato estivo (agosto 2016) dal Torino per una cifra vicina ai 25 milioni di euro più bonus, Maksimovic ha tradito le previsioni più rosee diventando sempre meno importante nelle gerarchie di Sarri. Ora, però, con il cambio di panchina il centrale serbo potrebbe sorprendere in positivo Ancelotti entrando a far parte sistematicamente delle rotazioni del neo-allenatore della squadra partenopea.