Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Napoli, Milik in gran spolvero in attesa di Mertens: chi sarà il...

Napoli, Milik in gran spolvero in attesa di Mertens: chi sarà il titolare?

milik
Arkadiusz Milik © Getty Images

Milik Mertens – Il polacco sta giocando molto bene in queste prime uscite azzurre, ma presto il belga sarà al top della forma e non vorrà certamente fare panchina.

Lazio-Napoli è stato un importante banco di prova per Carlo Ancelotti, all’esordio in gara ufficiale con gli azzurri. La sua squadra ha girato bene contro i capitolini, nonostante un inizio difficile ed un finale caotico. A regalare ancora una volta importanti risposte al mister è Arkadiusz Milik, di nuovo in gol nel match di ieri contro i biancocelesti. Il polacco sembra aver definitivamente smaltito le fatiche dell’infortunio della scorsa stagione e sta convincendo sempre più il nuovo allenatore della sua bravura a suon di gol. Perfetto il precampionato, con le reti contro Dortmund e Wolfsburg, e ora perfetto anche l’inizio di campionato con una spaccata in area di rigore che manda la palla sotto la traversa dove non arriva Strakosha. Ma a breve Dries Mertens, rientrato tardi dal Mondiale, ritornerà al meglio della forma, e allora Ancelotti si ritroverà davanti ad un bivio.

Milik e Mertens: Ancelotti può schierarli insieme

Milik o Mertens? Chi sarà la vera punta del Napoli per la prossima stagione? Ora come ora sarebbe facile scegliere il primo, ma il recupero del belga è solo questione di giorni. Quando entrambi staranno al meglio, dunque, chi sarà il titolare? Entrambi, o forse nessuno dei due. L’attacco partenopeo sarà molto probabilmente diverso di partita in partita, in vista dei diversi impegni che la squadra dovrà affrontare nell’arco della stagione. Il numero 14 ed il 99 potranno scendere in campo insieme, con il primo a fare da supporto al secondo, o alternandosi nel ruolo di centrale d’attacco. Ieri la coppia è stata provata in un 4-4-2 tutto nuovo, segno del fatto che il mister voglia già sperimentare un modo per tenere entrambi in campo. Sarà difficile scegliere, ma questa situazione non può che essere interpretata come un segnale positivo per il club, che ora in avanti ha l’imbarazzo della scelta.