Home Napoli News Il Napoli è vivo, a Firenze è mancato solo il gol

Il Napoli è vivo, a Firenze è mancato solo il gol

Napoli
Napoli ©Getty Images

Zurigo e Torino per tornare a splendere di luce propria. Dopo il tris rifilato alla Samp, il Napoli è stato poco cinico al Franchi con diverse occasioni da gol non finalizzate al meglio.

Nessun dramma. Il Napoli tornerà in campo giovedì sera in Europa League per l’andata dei sedicesimi di finale, mentre in campionato gli azzurri se la vedranno domenica sera contro il Torino dell’ex Mazzarri. Dopo il mezzo passo di Firenze, la squadra azzurra però ha mostrato di essere viva sbagliando clamorosamente ben cinque palle gol con Mertens in particolare. Il folletto belga non sta attraversando un periodo di forma entusiasmante con un appannamento vistoso soprattutto in zona di finalizzazione. La rete per l’attaccante azzurro manca dallo scorso 29 dicembre nell’ultima sfida del girone d’andata contro il Bologna. Ancelotti dovrà così lavorare su piccoli dettagli visto che la sua squadra ha messo in difficoltà la formazione viola: spesso nell’arco dei novanta minuti può venir meno la lucidità nel fare la scelta giusta davanti alla porta avversaria. Già a partire dalla sfida di Europa League il Napoli potrebbe chiudere la pratica qualificazione già nel match d’andata proiettandosi così al campionato. Con la Juventus inarrestabile in Serie A, gli azzurri proveranno ad arrivare fino in fondo nella competizione europea. 

Napoli, il problema ora è dei singoli

La squadra al Franchi ha saputo tenere il pallino del gioco creando diverse situazioni importanti dalle parti di Lafont. Lo stesso allenatore del Napoli ha svelato in conferenza stampa nel post-partita: “E’ mancato il colpo finale, non abbiamo fatto male dal punto di vista della manovra.  E’ difficile incidere in allenamento sulla freddezza, mi devo occupare dei movimenti che sono stati fatti bene al 99% anche oggi. Siamo arrivati quattro volte davanti al portiere, bisogna migliorare sotto l’aspetto psicologico ma gli attaccanti si rifaranno nelle prossime partite”. Ma ora c’è bisogno di un salto di qualità in ogni zona di campo per cercare di ultimare la stagione nel migliore modo possibile.