NCL RECAP – Dal decreto crescita “pro Napoli” alla nuova idea di ADL

Road to Baku. Maurizio Sarri ha la possibilità di arrivare dove poteva arrivare il Napoli e si gioca tutto nella semifinale contro l’Eintracht. Intanto fa chiarezza sul suo futuro, che non prevede alcuna squadra italiana: “Voglio restare al Chelsea – ha detto Sarri – amo l’Inghilterra e se mi mandano via mi cercherò un’altra squadra inglese”

E intanto arriva un’altra stangata ai blues sul mercato. La Fifa conferma il blocco del mercato per le prossime due sessioni per delle irregolarità nel tesseramento di minorenni. Ora ad Abramovich resta solo il TAS di Losanna, ma Sarri rischia di restare senza acquisti, e quasi “costretto” a riconfermare tutti. Compreso Gonzalo Higuain.

Panchine girevoli in serie A. L’Inter lavora sottotraccia su Antonio Conte, che però aspetta l’incontro fra Allegri e la Juve, e il Milan incassa una candidatura fortemente amarcord: quella di Andriy Shevchenko. Intanto la Roma incassa il no di Sarri, pensa a Gasperini e Giampaolo e nasce la pazza idea: Daniele De Rossi nuovo allenatore.

Seduta pomeridiana per il Napoli, che a Castel Volturno prepara la sfida con la Spal. Torello e lavoro tecnico tattico per i ragazzi agli ordini di Ancelotti, poi partitina a campo ridotto ed esercitazioni al tiro. Differenziato per Amadou Diawara.

Aurelio De Laurentiis sbarca anche nella ristorazione: nasce ‘Aurofood’, un’attività che si occuperà della gestione di ristoranti, pizzerie, gelaterie e tutto ciò che concerne la ristorazione. Un ulteriore investimento dopo quelli nel calcio, nel cinema e nell’acquisto di auto d’epoca.

Il decreto crescita aiuta il Napoli. Lo ha spiegato l’avvocato Mattia Grassani, che a Radio CRC ha raccontato dei nuovi progetti di De Laurentiis: “Questo decreto può essere un punto di svolta – ha detto Grassani – Il modo di fare mercato dei club subirà una grossa spinta. De Laurentiis sta studiando per creare una grande rivoluzione”