Home Calciomercato Napoli - Ultimi Scoop di mercato James-Napoli, ADL: “Anche il Real deve fare sacrifici, non solo noi”

James-Napoli, ADL: “Anche il Real deve fare sacrifici, non solo noi”

Resta in stallo la trattativa tra Napoli e Real Madrid per il passaggio in azzurro di James Rodriguez. Ecco le parole di ADL sullo stato della trattativa

James Rodriguez al Napoli
Si complica l’affare James Rodriguez (Getty Images)

Il matrimonio tra James Rodriguez e il Napoli s’ha da fare, ma per la fumata bianca bisognerà aspettare ancora che venga sciolto il bandolo della matassa tra il Real Madrid e il club di Aurelio De Laurentiis. Il Real Madrid resta fermo sulla sua posizione, e chiede 50 milioni per lasciar partire il fuoriclasse colombiano, mentre gli azzurri non vanno oltre il prestito con obbligo di riscatto fissato a 42 milioni di euro. La buona riuscita della trattativa però non sembra in dubbio, forte anche dell’accordo del Napoli con il calciatore e la parola data dal colombiano al suo mentore Carlo Ancelotti.

De Laurentiis:Anche il Real deve fare sacrifici, non solo noi.”

Intervistato da SkySport24, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato della trattativa con il Real Madrid per James Rodriguez: “Con James siamo tutti disposti a fare sacrifici ma chiediamo anche al Real Madrid di farne altri. Non abbiamo annullato la nostra attesa ma per scongelarci serve che il Madrid deve considerare che piuttosto che avere in casa uno scontento, è meglio mandarlo a giocare. Magari in prestito. Ho letto tante baggianate… Io non mi metto a parlare con Florentino di James. Abbiamo Giuntoli, abbiamo un agente-amico di James, che è amico nostro (Mendes, ndr): non abbiamo bisogno di parlare di Florentino. Se dovesse chiamarmi, potrei rispondergli, non ci ho mai parlato ma non abbiamo mai negoziato direttamente come impudentemente è stato riportato”.

JAMES – “Per lui sarebbe un regalo. Studiandolo ho capito che ha reso tantissimo solo in due occasioni, sempre con Carlo Ancelotti, al Real Madrid e al Bayern Monaco. Per lui è la garanzia di essere appagato, al centro della nostra volontà, di essere determinante sul campo. Lo ha capito, lo sa, Ancelotti ci ha parlato e lo ha saputo motivare. Se sono rose fioriranno… Stiamo aspettando che i tempi diventino maturi”.