Home Napoli News Insigne: “Napoli forte, siamo più vicini alla Juve”

Insigne: “Napoli forte, siamo più vicini alla Juve”

CONDIVIDI

“Il Napoli è più competitivo”, parola di Lorenzo Insigne, che spiega l’aspetto in particolare che rende gli azzurri assai meno distanti dai rivali bianconeri.

insigne napoli
Lorenzo Insigne © Getty Images

Lorenzo Insigne è convinto della grande competitività del Napoli e lo ribadisce in una intervista concessa al Corriere dello Sport. “Contro il Liverpool abbiamo giocato alla grande, merito anche dello stadio e dell’atmosfera che c’era ad Edimburgo. Gare come questa ti fanno esaltare e servono a crescere. È tutta esperienza che abbiamo in più. Ed abbiamo anche pensato di stare giocando contro gli attuali detentori della Champions League”. Non manca una domanda sul quale sia il ruolo preferito di Insigne. “Mi piace giocare a sinistra, come noto, ma vado dovunque voglia Ancelotti. Sono pronto a fare ciò che chiede il mister, sempre. A Milik ho detto di stare tranquillo, lui predilige giocare per la squadra, ma gli ho ricordato che è un attaccante e che il suo compito prioritario è quello di fare gol. Deve pensare a segnare, al resto ci pensiamo noi altri del Napoli“.

LEGGI ANCHE –> Napoli-Icardi, la proposta di ADL. No dell’Inter a Milik

Insigne: “Siamo più vicini alla Juve”

Sul mercato, il capitano azzurro si mostra un pò abbottonato. “Questo non è un argomento che compete a me, spetta alla dirigenza allestire una squadra il più possibile competitiva. I tifosi chiaramente si attendono qualche grosso colpo, ma a loro dico che devono stare sereni e mostrare fiducia. Quindi o James Rodriguez, o Icardi, o nessuno, noi faremo comunque la nostra parte e diremo la nostra”. Arrivano complimenti a Kostas Manolas: “Ha subito capito i movimenti richiesti dal mister, autorevolezza e spessore non gli mancano e li ha subito messi a disposizione del Napoli. Rispetto a Juve, Inter, Milan e Roma penso che noi partiamo in vantaggio perché siamo gli unici che non hanno cambiato allenatore. Siamo più vicini che in passato ai bianconeri”.