Home Napoli News Perché al Napoli serve urgentemente Allan, quello vero

Perché al Napoli serve urgentemente Allan, quello vero

CONDIVIDI

Napoli, dopo le prime cinque partite, preoccupa lo stato di forma di Allan. Ad Ancelotti serve che il brasiliano torni al top della forma, ecco perché

Allan (Getty Images)
Allan (Getty Images)

La Copa America non ha certamente aiutato, anche se il brasiliano ne è uscito da campione. Il suo rientro tardivo in quel di Napoli, lo ha penalizzato molto, soprattutto dal punto di vista fisico. Allan è ancora un lontano parente di terzo grado rispetto all’extraterrestre visto l’anno scorso. Un dato di fatto che è emerso in questi primi 450 minuti di campionato, con il brasiliano tornato il solito soltanto per 70′ contro il Liverpool, in Champions League. Fiorentina, Juventus e Cagliari hanno evidenziato la totale normalità del brasiliano, soprattutto quando gambe e polmoni gli fanno difetto. E in un sistema di gioco come quello napoletano, Allan è l’effettivo ago della bilancia.

No Allan, no party: il brasiliano è fondamentale per Ancelotti

Se Ancelotti lo ha fatto giocare anche con un paio di allenamenti nelle gambe, un motivo c’è. E non è neanche tanto trascurabile. Allan è l’equilibratore dell’intero sistema ancelottiano, l’uomo che collega il gioco e aiuta a mutare le transizioni da difensive ad offensive, con i suoi recuperi palla e successive sgambate in attacco. Soprattutto in fase di non-possesso, il brasiliano è il vero valore aggiunto della mediana azzurra, con la sua instancabile onnipresenza e la sua capacità di far sembrare a tre un semplice centrocampo a due. E al Napoli, in questo momento, sta mancando proprio questo. Stanno mancando gli straordinari di Allan e le imbarcate prese contro Fiorentina e Juventus ne sono l’esemplificazione perfetta.

Allora, eccolo qui un altro possibile equivoco sul quale potrebbe essere fondato il Napoli di Carlo Ancelotti, che quest’anno sembra mancare più che mai di equilibrio e solidità. Anche nei risultati più felici. Senza Allan a farsi in quattro, quel gioco fluido a tutto campo, quella capacità degli azzurri di attaccare e variare senza sosta il proprio repertorio, rischiano di non essere possibili. Al Napoli serve urgentemente Allan, quello vero. Serve l’Allan visto contro il Liverpool e serve per il maggior numero di partite possibile. Nonostante l’acquisto di Elmas, le caratteristiche del brasiliano restano uniche nella rosa di Ancelotti e senza queste, l’intero sistema partenopeo rischia una necessaria revisione. E se l’obiettivo è vincere qualcosa, senza il vero Allan, servirà correggere il tiro in fase difensiva e sotto il punto di vista dell’equilibrio. Altrimenti meglio lasciar perdere, stapparsi una birra e prenderla con filosofia. Almeno questo Napoli non sarà noioso.

LEGGI ANCHE: Ancelotti e il Napoli “fluido”: non è che il problema sono gli interpreti?