Home Napoli News Torino-Napoli, allarme attacco: Insigne e Lozano due fantasmi

Torino-Napoli, allarme attacco: Insigne e Lozano due fantasmi

L’attacco del Napoli a secco pure contro il Torino: è allarme. Lozano e Insigne due fantasmi, Llorente entra male e anche Mertens si perde.

Due indizi non fanno ancora una prova ma il secondo 0-0 consecutivo fa scattare l’allarme attacco al Napoli. Contro il Torino, peraltro, rispetto a Genk gli azzurri sono stati ancora meno pericolosi anche se nel finale Llorente ha avuto almeno un paio di ottime occasioni per sbloccare la partita ma stavolta anche l’attaccante basco ha tradito Ancelotti. Sul banco degli imputati però finiscono ancora Lozano e Insigne.

Lozano (Getty Images)

Lozano e Insigne due fantasmi: è allarme attacco

Ancelotti stavolta ha deciso di affidarsi ai due giocatori più discussi del momento, schierandoli peraltro nel ruolo da loro preferito. Nonostante questo però sia Lozano che Insigne hanno a dir poco deluso. Il primo, a dispetto del soprannome, sembra ancora troppo poco cattivo per il calcio italiano e ha perso praticamente tutti i duelli senza mai superare il diretto avversario. Il secondo invece appare abulico e poco coinvolto nel progetto. Una sensazione condivisa evidentemente da Ancelotti che nella ripresa ha sostituito entrambi.

E se anche Llorente e Mertens tradiscono…

E’ giusto sottolineare però come a Torino anche altri abbiano tradito le attese. A partire da Mertens, tornato al centro del tridente ma praticamente mai pericoloso forse perché troppo generoso in fase di ripiegamento. Peggio ha fatto Llorente, salvatore della patria e nuovo idolo della tifoseria azzurra ma semplicemente disastroso dopo il suo ingresso in campo quando il basco ha sprecato malamente un cross al bacio dell’ottimo Di Lorenzo. Stavolta invece nella lista dei cattivi non finisce Milik che, dopo la prestazione horror a Genk, è rimasto in panchina per tutta la partita. Durante la pausa, insomma, toccherà ad Ancelotti ritrovare i suoi attaccanti. Al Napoli servono goal. Urgentemente.