Home Napoli News Gattuso ha ritrovato il suo Napoli: ora testa alla Roma

Gattuso ha ritrovato il suo Napoli: ora testa alla Roma

CONDIVIDI

Gattuso ha ritrovato il suo Napoli, ora testa alla Roma. Si va all’Olimpico per tornare definitivamente tra le grandi.

Non parla, il Napoli nel post partita, ma negli spogliatoi si parla eccome e si scarica la tensione di una sfida fondamentale. Gennaro Gattuso era molto soddisfatto dei suoi ragazzi e gliel’ha detto apertamente. Ora due giorni di riposo in attesa della ripresa di mercoledì, in vista della sfida con la Roma.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Politano è l’uomo in più del Napoli

Gattuso ha ritrovato il Napoli: testa alla Roma

Si va all’Olimpico per cercare di bissare l’impresa di San Siro e iniziare davvero a puntare le posizioni dalla seconda alla quarta in classifica. A Milano si è visto forse finalmente il Napoli che voleva Gattuso. Concentrato e mortifero in ripartenza, concreto e molto più verticale. Merito anche di alcuni singoli finalmente sopra le righe, come Fabiàn Ruiz o come Hysaj, merito di un Koulibaly ritrovato e di un Ospina saracinesca, merito di Zielinski ormai trascinatore assoluto e di Demme sempre più indispensabile, visti i disastri di Bakayoko. Ma soprattutto lui, Matteo Politano, match-winner e arrivato all’undicesima rete stagionale, eguagliato il record personale di Sassuolo.

gattuso napoli trasferta
Gattuso, prima gara a San Siro contro il Milan (Gettyimages)

Milan e Roma protestano: il Napoli deve restare sul pezzo

Si esce con una vittoria ma anche con tante polemiche. Sul rigore, in primis, con Theo Hernandez che su Instagram va oltre e insulta direttamente l’arbitro: per lui potrebbe anche scattare la squalifica, mentre non rischia niente – se non un po’ di commenti negativi sui social – Gigio Donnarumma, uscito furibondo dopo la sconfitta. Polemiche, come quelle della Roma sul rinvio di Juve-Napoli, che non devono minimamente toccare il gruppo agli ordini di Gattuso. C’è da restare concentrati per arrivare alla sosta con un’altra vittoria fondamentale nella corsa Champions. Poi la squadra avrà due settimane per lavorare al meglio e presentarsi tirati a lucido nella volata finale. E Juve-Napoli, in tal senso, potrebbe aprire scenari inattesi fino a qualche giorno fa. A patto di sbancare l’Olimpico.